Notizie dall'Umbria

Trovata morta in casa, si indaga per omicidio, rapina o furto tra i moventi

La procura di Spoleto ha aperto un fascicolo a carico di ignoti

La morte di una pensionata, in casa a San Biagio della Valle il 21 marzo scorso, non è un decesso accidentale, ma è un omicidio. La procura di Spoleto ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per la morte delle donna.

La donna era stata trovata morta dal marito in una pozza di sangue la sera dello scorso 21 marzo. Nelle prime ore si era pensato ad un incidente domestico, con la donna caduta per terra, sbattendo la testa sul caminetto. Adesso, secondo gli inquirenti che hanno vagliato subito l’alibi del marito e scartato un suo coinvolgimento, l’indagine, anche sulla base dei risultati autoptici, prende in considerazione l’omicidio.

Secondo gli investigatori qualcuno si sarebbe introdotto nell’abitazione dove la donna si trovava da sola (il marito era con degli amici), forse per un furto, non sapendo che la donna era in casa. Oppure per una rapina, entrando direttamente dalla porta principale, visto che non sono stati riscontrati segni di effrazione a porte e finestre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata morta in casa, si indaga per omicidio, rapina o furto tra i moventi
TerniToday è in caricamento