rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Notizie dall'Umbria

Umbria, palpeggia e bacia per strada una donna: sotto processo per violenza sessuale

L'uomo ha aggredito una signora una sera di agosto, le grida della vittima e l'arrivo di alcune persone lo hanno messo in fuga: identificato dalle forze dell'ordine

Palpeggiata e baciata contro la sua volontà. È l’aggressione subita da una signora statunitense, ma da anni residente a Perugia, una sera di agosto del 2019. Per quell’aggressione è finito sotto processo, con l’accusa di violenza sessuale, un ragazzo del Gambia di 36 anni, difeso d’ufficio dall’avvocato Gloria Isidori, è irreperibile dall’inizio del processo.

Secondo la ricostruzione dell’accusa, sulla base del racconto fatto dalla vittima nella denuncia, il 36enne avrebbe avvicinato la donna, una 55 enne, per strada a Perugia, la sera del 29 agosto del 2019. Presentandosi con un nome fasullo, aveva iniziato una discussione, in inglese, con la donna, passeggiando per la città.

Giunti nei pressi di un vicolo, però, era scattata l’aggressione: l’uomo avrebbe afferrato la donna per le braccia, l’avrebbe spinta contro un muro e baciata con violenza, utilizzando anche la lingua. Tenendo schiacciata la donna contro il muro, inoltre, le avrebbe toccato il seno e l’avrebbe palpeggiata nell’intimità.

Le urla della donna avevano attirato delle persone e il 36enne era fuggito via. Il caso era stato trattato secondo le disposizioni del “codice rosso” e sulla base delle testimonianze e della descrizione fornita dalla donna e da chi l’aveva soccorsa, l’uomo era stato rintracciato e denunciato, anche per lesioni aggravate avendo procurato una contusione alla spalla della donna, spinta contro il muro, e un forte stato d’ansia a causa dell’aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, palpeggia e bacia per strada una donna: sotto processo per violenza sessuale

TerniToday è in caricamento