rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Umbria, paura in centro storico, barista aggredito a sediate mentre apre il locale: un arresto

In manette un senza fissa dimora con numerosi precedenti di polizia e diversi processo in corso per reati violenti. Accaduto a Perugia

Afferma di chiamarsi Bin Laden, ha tanti precedenti di polizia e procedimenti penali in corso per furto in abitazione, traffico e spaccio di stupefacenti, violenza sessuale, stalking, vive in giro per Perugia senza fissa dimora ed è stato arrestato per l’aggressione, con lesioni gravi, ai danni di un commerciante del centro storico di Perugia. Contestato anche il danneggiamento del locale.

L’episodio è avvenuto in centro storico a Perugia questa mattina intorno alle 5. I titolari del bar, marito e moglie, stavano sistemando i tavolini esterni e si preparavano ad iniziare la giornata quando l’uomo, un brasiliano senza fissa dimora, si è avvicinato e ha iniziato a infastidire i due, dicendo che la signora era sua moglie (utilizzando modi molto meno educati e parole offensive) e che il barista doveva lasciarla stare.

Compreso che l’uomo era pericoloso, i due si sono chiusi nel bar. E a quel punto è scatta la violenza da parte dell’uomo che ha preso una delle sedie del locale e ha iniziato a sbatterla contro la porta, mandandola in frantumi. “Era una di quelle sedie leggere, non era buona per spaccare teste” ha detto l’uomo, un brasiliano di 37 anni difeso dall’avvocato Dario Epifani, al giudice nel corso dell’udienza di convalida. Il barista è uscito, cercando di fermare la furia dell’uomo, ma ha dovuto soccombere di fronte a tre colpi di sedie sulle spalle (che hanno provocato la frattura della clavicola) e una sediata in testa che lo ha fatto crollare a terra con una vistosa ferita sulla fronte e la probabile frattura del naso e dell’arcata sopraccigliare.

L’uomo è fuggito dopo l’aggressione ed è stato rintracciato dalla Polizia in piazza IV Novembre e arrestato. In tribunale sono state portate anche le immagini del sistema di sorveglianza che ha ripreso tutta la scena. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la custodia in carcere. La difesa ha già avanzato una richiesta di perizia psichiatrica per valutare la capacità di intendere e volere dell’imputato e la sua pericolosità sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, paura in centro storico, barista aggredito a sediate mentre apre il locale: un arresto

TerniToday è in caricamento