rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Notizie dall'Umbria

Umbria, gli agenti provano ad identificarlo dopo aver dormito al Pronto Soccorso: “Ha detto di chiamarsi come un cartone"

Il ragazzo portato al Pronto Soccorso di Perugia per delle cure mediche e dimesso senza giorni di prognosi, ha deciso di rimanere a dormire nella sala d'attesa e per tutta la notte

Pernotta al pronto Soccorso dell'ospedale di Perugia e ai poliziotti dice di chiamarsi come i personaggi dei cartoni animati: 26enne denunciato per false generalità a pubblico ufficiale. E' successo al Santa Maria della Misericordia del capoluogo umbro. Il ragazzo, portato in Pronto Soccorso per delle cure mediche e dimesso senza giorni di prognosi, ha deciso di rimanere a dormire nella sala d'attesa e per tutta la notte. La mattina dopo, al cambio turno, gli operatori dell'ospedale hanno ritrovato il 26enne, che si è rifiutato di andare via. Così hanno chiamato la polizia. 

Gli agenti hanno provato a identificare il giovane, ma il ragazzo ha detto di chiamarsi 'come un noto cartone animato'. I poliziotti lo hanno pertanto portato in Questura per la vera identificazione. E qui una seconda sorpresa. "Esaminando l’elenco dei suoi “alias” è stato possibile riscontrare che era solito identificarsi con nomi utilizzati nei cartoni animati e in altri personaggi di fantasia", spiega la polizia di Perugia.  Per il 26enne è scattata la denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, gli agenti provano ad identificarlo dopo aver dormito al Pronto Soccorso: “Ha detto di chiamarsi come un cartone"

TerniToday è in caricamento