menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pubblica su facebook le foto delle violenze: “Mi ha ridotto così divertendosi”, così Caterina è riemersa dall’abisso

“Ti innamori e poi ti divorano gli squali”, il drammatico post di una ragazza di Bastia Umbra che sul social network ha mostrato i segni delle violenze subite

“Tocchi il fondo e non risali. Ti innamori degli abissi e poi ti divorano gli squali”: aveva postato questa frase sul suo Facebook il 29 novembre scorso. Il 5 dicembre ha avuto il coraggio di riemergere, grazie a Dio viva, ed ha mostrato tutti i morsi, sul suo viso e sul corpo, degli squali incontrati giù, in quel fondo buio, in quel baratro dove, da molto tempo probabilmente, era rimasta imprigionata.

Ma stavolta la risalita c’è stata dopo aver toccato il fondo ed essere sopravvissuta. Caterina Degli Esposti - una giovane e bellissima ragazza di Bastia Umbra - è libera, malconcia, ma libera. E si è liberata denunciando tutto: prima alle forze dell’ordine e poi postando sulla sua pagina facebook “i morsi dello squalo”: il viso tumefatto e gonfio, gli occhi semi chiusi dalle botte e sul corpo tanti segni, tante ferite.

Quello che non ha potuto far vedere sono le violenze che hanno segnato la sua anima. Caterina è stata picchiata, umiliata e resa quasi irriconoscibile da una persona che amava. Uno che è uomo solo all’anagrafe, ma nelle azioni e nella vita reale è stato solo una bestia feroce. Non c’è ragione al mondo per fare quello che ha fatto. Nessun alibi, nessuna attenuante. Più delle foto, fa impazzire di rabbia quella frase scritta da Caterina dopo il trattamento subito: “Così mi ha ridotto divertendosi”. Impressionante.

LEGGI | Il servizio competo su Perugia Today

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento