rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Insulti e spintoni alle agenti della polizia locale durante i controlli Coronavirus: tre ragazzini nei guai

Fascicolo aperto dal Tribunale per i minorenni per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. I tre fermati in via Marzia a Perugia erano fuggiti in piazza Italia ed erano stati bloccati da due carabinieri

Tre giovani, tra i 15 e i 16 anni, sono accusati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale per essersi opposti a due agenti della polizia locale ad un controllo, nell’ambito del rispetto delle misure di contenimento del Covid, a marzo del 2021 in centro storico.

Secondo l’atto d’accusa del sostituto procuratore presso il Tribunale per i minorenni, i tre ragazzini “in concorso tra loro usavano violenza nei confronti dell’agente scelto della polizia locale di Perugia … per indurla a desistere dal compiere atti dell’ufficio; in particolare, al fine di evitare che” uno dei tre “fosse condotto presso gli uffici per la sua identificazione, la strattonavano e la spingevano contro un muro”.

Non solo, i tre avrebbero offeso “l’onore e il prestigio” di due agenti e di un ufficiale della Polizia locale “intenti a compiere un atto del proprio ufficio, proferendo nei loro riguardi le seguenti espressioni: put… non vi do un c… tr… non mi rappresentate un c…”.

Il pomeriggio del 27 marzo del 2021, alle 15.45, le due agenti venivano inviate in via Marzia dove era indicata la presenza di un gruppo di almeno 30 minorenni, raggruppati. Alla vista delle divise il gruppetto si disperdeva all’interno della Rocca Paolina.

Tre minori rimanevano sul posto e le agenti chiedevano di mostrare i documenti. All’inizio, essendo stranieri, facevano finta di non comprendere l’italiano e poi, “con fare derisorio” dicevano di non avere i documenti. Bloccati il muro e le auto in sosta, i tre ragazzi iniziavano ad insultare le due agenti e poi ne spintonavano una, cercando di fuggire. Uno dei tre colpiva l’ufficiale della polizia locale sopraggiunto e faceva cadere la radio di servizio, distruggendola. Un altro ragazzo tentava di fuggire saltando su un’auto in sosta e sul muro di contenimento di via Marzia, cadendo a terra e ferendosi.

Uno dei tre ragazzi in fuga veniva bloccato da due carabinieri in borghese che facevano servizio in piazza Italia. Sopraggiungevano gli altri due per tentare di liberare l’amico e venivano portati tutti al corpo di guardia della polizia locale in corso Vannucci per l’identificazione. Al termine delle operazioni i tra minori erano stati riconsegnati ai genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e spintoni alle agenti della polizia locale durante i controlli Coronavirus: tre ragazzini nei guai

TerniToday è in caricamento