rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Notizie dall'Umbria

Umbria, la regione si tinge di rosa: il Giro d’Italia passa per Perugia, Foligno e Spoleto

Un’opportunità significativa per la regione di mostrare la sua bellezza a un vasto pubblico internazionale

È un filo rosa quello che collega tre importanti città dell’Umbria” ha sottolineato Stefano Zuccherini, primo cittadino di Foligno, durante la presentazione delle tappe umbre del 107° Giro d’Italia. La celebre competizione, che colora di rosa le vie e i cuori degli appassionati, fa scalo in Umbria il 10 maggio per la cronometro Foligno-Perugia e il giorno dopo da Spoleto verso i Prati di Tivo.

L’arrivo del Giro è stato reso possibile grazie alla sinergia tra i comuni protagonisti, la Regione, la Fondazione Perugia e Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Un’opportunità significativa per la regione di mostrare la sua bellezza e le sue tradizioni a un pubblico internazionale, con una copertura televisiva che raggiunge 190 paesi. 

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha infatti evidenziato l’importanza del Giro d'Italia come vetrina eccezionale per la regione, sottolineando che, nonostante le spese significative, l’evento rappresenta un investimento per la promozione territoriale. La diretta televisiva permetterà a milioni di spettatori di scoprire le bellezze dell’Umbria, valorizzando così il patrimonio culturale e paesaggistico attraverso uno degli eventi sportivi più seguiti e apprezzati in Italia e nel mondo. Anche l’assessore regionale Agabiti, durante la conferenza stampa di oggi a Palazzo Donini, ha sottolineato l’importanza della manifestazione “come catalizzatore di visibilità e turismo”. 

Le città subiranno modifiche alla viabilità e alla sosta, misure necessarie per accogliere la gara e garantire la sicurezza. Inoltre molti eventi collaterali si svolgeranno nelle piazze delle città, con spettacoli, animazioni per bambini e approfondimenti. 

L’assessore allo Sport del Comune di Perugia, Clara Pastorelli ha descritto l’evento come “una grandissima festa e una bellissima gioia” nonostante le sfide logistiche come la chiusura parziale di Perugia durante la gara. Una chiusura che, come spiegato dal primo cittadino Andrea Romizi “servirà per mostrare le bellezze della città”. 

Mentre il Giro d’Italia si avvicina, l’Umbria si prepara a diventare il palcoscenico di un evento che va oltre lo sport. Un’occasione per celebrare lo spirito comunitario, un inno alla bellezza dell'Umbria, un invito a scoprire le sue terre ricche di storia, arte e natura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, la regione si tinge di rosa: il Giro d’Italia passa per Perugia, Foligno e Spoleto

TerniToday è in caricamento