Rette per i servizi socio-educativi e scuole dell’infanzia: tre milioni e mezzo per sostenere le famiglie umbre. Come funziona il rimborso

L’annuncio dell’assessore all’istruzione Paola Agabiti: “Una misura importante, realizzata grazie alle risorse provenienti dalla riprogrammazione del Fondo Sociale Europeo”

foto di repertorio

Tre milioni e cinquecento mila euro per sostenere le famiglie umbre. L’assessore al bilancio e all’istruzione Paola Agabiti annuncia la novità nel pagamento delle rette per i servizi socio-educativi e le scuole dell’infanzia: “Si tratta di una misura importante, realizzata grazie alle risorse provenienti dalla riprogrammazione del Fondo Sociale Europeo, con la quale la Giunta regionale intende dare un segnale di vicinanza ad un settore strategico per il futuro del nostro territorio”. A tal proposito è stata adottata una delibera con la quale sono stati stabiliti i criteri di ammissibilità e valutazione, per la presentazione delle domande nell’ambito dei servizi dedicati alla prima infanzia.

“Oltre a dare un supporto concreto in questa particolare fase, in cui molte famiglie hanno visto una riduzione del reddito disponibile, con questo provvedimento – sottolinea Paola Agabiti - abbiamo voluto confermare la nostra attenzione nei confronti delle esigenze di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne e delle famiglie umbre. Un tema strategico per il futuro della nostra comunità, come dimostrano tutti gli indicatori sul tasso di natalità, sia nazionali che regionali”.

Come funziona il rimborso

Il contributo sarà erogato per tutto il periodo dell’annualità 2020/2021, e prevede tre fasce di rimborsi: il 100% per chi ha un reddito ISEE fino a 10 mila euro, dell’80% per i redditi compresi tra 10 mila e 15 mila, e del 60% per quelli tra i 15 mila e 25 mila. L’incentivo regionale potrà essere utilizzato per i servizi socio-educativi e per le scuole dell’infanzia, sia pubbliche che private.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento