rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Notizie dall'Umbria

Escalation di gelosia dopo la mezzanotte. La polizia interviene per riportare la calma

Un uomo ha chiamato il 112: la moglie non lo faceva rientrare a casa. Accaduto nella semiperiferia di Perugia

Non lo faceva più rientrare in casa. Questo il motivo che ha spinto un uomo, un cittadino extracomunitario di origini albanesi classe 1971, a chiamare la polizia. Gli agenti sono intervenuti poco dopo la mezzanotte. L’equipaggio della Squadra Volante è intervenuto in zona Ottagono a Perugia, a seguito della telefonata alla Sala Operativa da parte di un cittadino extracomunitario di origini albanesi. L’uomo ha raccontato agli operatori che la moglie, a seguito di una forte lite, non gli consentiva l’ingresso in casa. I poliziotti, giunti sul posto, hanno preso contatto con entrambe le parti, identificando la donna come cittadina albanese, classe 1975.

Placati gli animi della coppia, gli agenti sono riusciti a comprendere che l’origine della lite era stata la gelosia della donna che, in fase di separazione dal coniuge, non accettava la situazione e le nuove frequentazioni del marito. Al culmine della discussione la moglie aveva impedito all’uomo di rientrare in casa. Poco dopo, una seconda volante è intervenuta in Via del Macello per la segnalazione di una violenta lite in atto, all’interno di un appartamento, tra una coppia.

Giunti sul posto, gli agenti hanno identificato un uomo e una donna di origini sudamericane – classe 1991 e 1995 – nonché la sorella di quest’ultima, classe 1990. Gli accertamenti condotti hanno permesso di verificare che la causa scatenante del forte diverbio era stata la gelosia della 27enne nei confronti della sorella accusata di rivolgere “particolari” attenzioni al marito. Vista la tensione, l’uomo aveva cercato di frapporsi tra le due sorelle ormai venute alle mani.

Placati gli animi, i tre sono stati invitati dai poliziotti a mantenere un atteggiamento più rispettoso. Al termine delle attività, i due interventi sono stati inseriti dagli operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico all’interno dell’applicativo ''Scudo'' sistema di monitoraggio dei fenomeni violenti del Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza: strumento fondamentale per le Forze dell’Ordine al fine, anche, di esprimere la miglior efficacia nella tutela delle vittime di violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escalation di gelosia dopo la mezzanotte. La polizia interviene per riportare la calma

TerniToday è in caricamento