rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Notizie dall'Umbria

Sanità in Umbria | Liste d’attesa ed esami, cambia tutto per il paziente-cittadino: prenotazioni senza andare al Cup per le visite specialistiche e medicazioni

Smart Cup, Progetto di presa in carico da parte degli specialisti e Piastra ambulatoriale: i progetti in via sperimentale per accorciare i tempi ed evitare di intasare il Centro prenotazioni. Ecco come funzionano

Smart Cup, Progetto di presa in carico da parte degli specialisti e Piastra ambulatoriale: sono i tre progetti innovativi pensati e realizzati dalla task-force regionale guidata dall'assessore Luca Coletto alla quale partecipano il direttore regionale Massimo D’angelo e l’amministratore unico di Punto Zero, Giancarlo Bizzarri, presente Fausto Bartolini, coordinatore Cabina di Regia governance farmaceutica. Si cerca di accorciare i tempi per il cittadino a riguardo delle prestazioni sanitarie, evitano spostamenti inutili,  migliorando il calendario in caso di rinuncia, e si spera di aiuto per sfoltire le liste d'attesa diventate lunghissime per alcune visite dopo la pandemia che ha bloccato tutto la sanità regionale. 

Partiamo dallo Smart Cup: prevede che il paziente, a seguito della prescrizione di visite o esami diagnostici da parte del suo medico di famiglia, riceverà un SMS che comunica luogo e data dell’appuntamento. Quindi il cittadino non deve chiamare il NUS o recarsi al CUP o utilizzare il CUP online per la prenotazione, con una conseguente riduzione degli accessi al Centro unico di prenotazione e delle risorse dedicate al CUP fisico. Infatti, dopo la prescrizione da parte del medico, il personale dello Smart Cup procede a prenotare con la prima disponibilità o a collocare la prenotazione, quando mancano le disponibilità, nel percorso di tutela. Qualora il cittadino non accetti la prenotazione, ricevuta tramite SMS, può chiedere lo spostamento in farmacia. L’avvio sistematico del progetto è previsto per questo mese

Progetto presa in carico del paziente da parte degli specialisti: l'utente-cittadino alla fine della visita, riceve dal medico specialista la data del prossimo controllo e la relativa prenotazione. Il professionista può così individuare con esattezza il momento del controllo successivo, il cittadino non deve chiamare il NUS o recarsi al CUP o utilizzare il CUP online per la prenotazione. “Questo – ha detto l’assessore Coletto – comporterà una riduzione degli accessi del cittadino dal medico di medicina generale e poi al Cup per prenotare i controlli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità in Umbria | Liste d’attesa ed esami, cambia tutto per il paziente-cittadino: prenotazioni senza andare al Cup per le visite specialistiche e medicazioni

TerniToday è in caricamento