Notizie dall'Umbria

Sesso in chat con un bambino in cambio di denaro: arrestati la madre ed un sacerdote

I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza del gip di Palermo nei confronti di un sacerdote di 63 anni che esercita il ministero in provincia di Perugia

Un sacerdote sessantatreenne ed una donna sono stati arrestati per favoreggiamento della prostituzione minorile. L’uomo, originario della Sicilia, si trova ora nel carcere di Spoleto mentre la signora cinquantunenne è stata sottoposta ai domiciliari, a Termini Imerese. Secondo la ricostruzione degli inquirenti quest’ultima avrebbe concesso che il parroco e il figlio, un minore, si collegassero in qualche videochat per compiere atti sessuali o scambiarsi foto. Sarebbero diverse le videochiamate a sfondo sessuale emerse, a seguito degli approfondimenti degli investigatori - sotto il coordinamento della procura palermitana - e coinvolgerebbero altri minori. Una di queste storie riguarderebbe proprio la donna di 51 anni che, in alcune occasioni, avrebbe anche accettato del denaro per consentire che il figlio incontrasse, sebbene da remoto, il sacerdote che vive dal 2013 in provincia di Perugia. La notizia è riferita dai colleghi di PalermoToday specificando che sono numerosi i dettagli da ricostruire. I carabinieri della compagnia di Termini e gli inquirenti mantengono il massimo riserbo sulla vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso in chat con un bambino in cambio di denaro: arrestati la madre ed un sacerdote

TerniToday è in caricamento