menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, via libera agli sport da contatto in Umbria: calcetto ma non solo. Arriva l’ordinanza della Regione

Dal prossimo 8 luglio l’ok alla ripresa delle attività. Firmato l’atto dalla presidente della Regione dell’Umbria Donatella Tesei

La presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, ha firmato in data odierna l’ordinanza che prevede, nell’ambito del misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid 19, la ripresa degli sport da contatto e squadra a decorrere dall’8 luglio 2020.

A decorrere dall’8 luglio – si legge nel provvedimento -  è consentita la ripresa degli sport di contatto e squadra nel rispetto rigoroso delle linee guida approvate in data 25 giugno 2020 dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per la ripresa degli sport di contatto. Nello specifico si fa riferimento ad arti marziali, lotta, scherma, calcetto basket, pallavolo, pallanuoto e beachvolley.

Secondo quanto viene riportato all’interno del documento vengono fornite alcune motivazioni a riguardo. Nella fattispecie l’Umbria, come altre regioni, ha un indice di contagiosità estremamente basso differenziandosi in tal senso da altre realtà territoriali. Inoltre il sistema sanitario regionale è in grado di monitorare e trattare in maniera coerente l’evoluzione della situazione sanitaria grazie ad una importante attività di coordinamento ed indirizzo della Regione e dell’Università e ad una capillare presenza di strutture territoriali che garantiscono immediata capacità di risposta in caso di recrudescenza di casi di contagio.

Il Governo tramite il commissario ha assicurato categoricamente e pubblicamente una massiccia capacità di risposta in termini di supporto e fornitura di dispositivi di protezione che potranno essere reperiti o destinati alla popolazione regionale, in particolare si raccomanda comunque l’applicazione dei principi contenuti nelle guide regionali per la sicurezza delle riaperture, nonché degli ulteriori documenti di specificazione, già condivisi con le parti sociali, ed approvati dal Centro Operativo Regionale Umbria

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento