rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Umbria, entra in casa della ex le distrugge i telefoni e la costringe a fare sesso: processato

L'imputato è accusato anche di avere preso a bastonate l'auto della donna

Cellulari distrutti, auto danneggiata e violenza sessuale sulla ex. Sono le accuse che hanno portato davanti al giudice del Tribunale penale di Perugia un uomo 64 anni della provincia di Perugia. L’imputato, difeso dall’avvocato Gianni Dionigi, è accusato di avere minacciato e molestato la ex, cagionandole “un perdurante e grave stato di ansia nonché un fondato timore per l’incolumità propria”, costringendola “ad alterare le proprie abitudini di vita”, con la circostanza aggravante di aver commesso il fatto su una persona cui era stato legato da una relazione affettiva. L’imputato respinge tutte le accuse, sostenendo che sia frutto della ricostruzione non molto chiara della donna e con molte contraddizioni.

Secondo la Procura di Perugia però avrebbe percosso e ingiuriato la ex “sovente”, seguendola “spesso in sale da ballo” ed entrando nell’abitazione della donna senza il suo consenso. L’uomo è anche accusato di aver costretto la donna a subire un rapporto sessuale contrariamente alla sua volontà.

La procura contesta anche l’accusa di danneggiamento di “otto telefoni cellulari ed alcune borse nonché l’autovettura” della donna, colpita “con un bastone” mentre era parcheggiata lungo una strada.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, entra in casa della ex le distrugge i telefoni e la costringe a fare sesso: processato

TerniToday è in caricamento