rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Notizie dall'Umbria

Umbria, scatta il piano nazionale per arginarne la diffusione del Fentanyl

L'allarme è stato acceso dopo gli esami svolti da Cristiana Gambelunghe. Ecco in cosa consiste

La presenza di Fentanyl a Fontivegge, il cuore del mercato dello spaccio a Perugia, dopo il riscontro incrociato tra il laboratorio di analisi dell'università degli studi e l'istituto superiore di sanità, ha fatto scattare, come protocollo, il piano nazionale di prevenzione contro l'uso improprio dell’oppioide. Perugia è la 34esima città in Italia dove il farmaco - utilizzato per lenire il male di alcuni tumori aggressivi - viene manipolato o utilizzato in maniera illegale per essere venduto sul mercato della droga. 

L'allarme in Umbria è stato acceso dopo gli esami svolti da Cristiana Gambelunghe, responsabile del laboratorio di tossicologia della sezione di medicina legale, scienze forensi e medicina specialistica dello sport, coordinatore Massimo Lancia, una struttura appartenente al dipartimento di medicina e chirurgia dell’università degli studi di Perugia, diretto da Vincenzo Nicola Talesa. L’attivazione del piano nazionale di prevenzione  consiste, fra l’altro, nell'invio dell'allerta a tutte le forze di polizia e a tutte le amministrazioni competenti, al fine di rafforzare la rete di monitoraggio territoriale e aumentare l'attenzione in tutti i settori potenzialmente esposti. Il Fentanyl è cento volte più potente della morfina, 50 volte più dell'eroina e costa molto meno: una pastiglia o un flacone costa 20 euro.

Il rischio overdose è altissimo e spesso neanche i farmaci salva-vita non possono nulla se trattati con altri stimolanti o oppiacei. Negli Stati Uniti è considerato come una epidemia che si diffonde giorno dopo giorno creando zombie che vivono in strada. In Europa la diffusione è parziale ma si teme un veloce aumento dei volumi per la facilità di produzione e per i costi talmente bassi che in caso di sequestro della partita le perdite sono minime.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, scatta il piano nazionale per arginarne la diffusione del Fentanyl

TerniToday è in caricamento