rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Notizie dall'Umbria

Torna dalla vacanza in Spagna con il mal di pancia e va al Pronto soccorso. Nello stomaco aveva 58 ovuli di hashish

La Procura di Perugia ha chiuso le indagini a carico di un "ovulatore" che aveva trasportato stupefacente per 4mila dosi

Torna dalla vacanza in Spagna con il mal di pancia, va al Pronto soccorso e finisce indagato per traffico di droga: aveva ingoiato ovuli di hashish per non incappare nei controlli. Un uomo di 42 anni, difeso dall’avvocato Rossano Monacelli, si è visto recapitare un avviso di conclusioni delle indagini preliminari per traffico di sostanze stupefacenti dall’estero.

Secondo il capo d’accusa, l’uomo avrebbe “detenuto e trasportato, trattenendoli nell’addome, 58 ovuli termosaldati di colore beige di forma ellittica, contenenti oltre 5 grammi cadauno di sostanza stupefacente del tipo hashish, per un peso complessivo di 330 grammi circa, con percentuale media di principio attivo pari al 29,37%, utili a ricavare circa 4.000 dosi medie singole, dotate di azione drogante contenenti ciascuna 25 milligrammi di principio attivo”.

L’imputato è stato scoperto perché tornato dal viaggio, il 31 marzo del 2021, aveva accusato dolori addominali ed era ricorso alle cure ospedaliere al Santa Maria della Misericordia di Perugia. Dalle radiografie era emersa la presenza degli ovuli e immediata era stata la segnalazione alle forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna dalla vacanza in Spagna con il mal di pancia e va al Pronto soccorso. Nello stomaco aveva 58 ovuli di hashish

TerniToday è in caricamento