rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Visite e ricoveri finti per ottenere i rimborsi, ex bancaria indagata: sequestrati oltre 140mila euro

L’indagine della guardia di finanza di Perugia: la donna avrebbe falsificato ricevute fiscali e lettere di dimissioni

La guardia di finanza di Perugia ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, emesso su richiesta della procura di Perugia dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Perugia, nei confronti di una ex dipendente di una filiale di Tuoro sul Trasimeno di un istituto bancario di 141.702,50 euro.

In base alle indagini la donna, in pensione dal 2013, avrebbe falsificato 28 ricevute fiscali di medici, emesse dal 2013 al 2022, e 21 lettere di dimissioni dagli ospedali per ottenere 141.702,50 euro di rimborsi dal fondo sanitario integrativo del gruppo bancario.

L’operazione trae origine da una denuncia presentata dal presidente dell’associazione mutualistica che eroga ai propri iscritti e ai rispettivi familiari prestazioni integrative e sostitutive di quelle fornite dal servizio sanitario nazionale dopo l’individuazione di una serie di anomalie riscontrate nel corso di verifiche sulle pratiche di liquidazione relative alle richieste di rimborso presentate dall’indagata.

Le indagini condotte dal nucleo di polizia economico-finanziaria, spiega la procura di Perugia, “hanno consentito di verificare la falsità di 28 ricevute fiscali, emesse dal 2013 al 2022, risultate tutte apocrife, in quanto disconosciute dai medici a cui erano state artatamente attribuite, e di 21 lettere di dimissioni rilasciate per l’ottenimento del rimborso della diaria giornaliera in ragione di ricoveri mai avvenuti o di durata inferiore rispetto a quella indicata nella certificazione prodotta dall’interessata”.

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Perugia, accogliendo la richiesta del pubblico ministero, “ha disposto il sequestro della somma di 141.750,50 euro giacente sui conti correnti o altrimenti investita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite e ricoveri finti per ottenere i rimborsi, ex bancaria indagata: sequestrati oltre 140mila euro

TerniToday è in caricamento