Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

“Concorso Asm, scongiurare una guerra fra poveri”

Gentiletti (Senso civico) e Filipponi (Pd): la maggioranza tuteli i diritti di interinali e idonei al concorso piuttosto che pensare a come spartirsi le partecipate

Evitare che il concorso Asm diventi una “guerra fra poveri”. Lo chiedono in una nota congiunta Alessandro Gentiletti e Francesco Filipponi, rispettivamente capogruppo di Senso civico e del Partito democratico.

Abbiamo incontrato a alazzo Spada alcuni fra i 35 candidati risultati idonei al concorso dall’Asm Terni, che compongono l’attuale graduatoria, con scadenza prorogata al luglio 2020. Riteniamo doveroso portare alla luce le loro legittime aspettative e sostenerle. Chiediamo nuovamente all’amministrazione comunale, ovvero l’azionista di Asm Terni, di porre rimedio alle molteplici situazioni che si sono venute a creare e che rischiano di scatenare una cosiddetta guerra fra poveri”.

Gentiletti e Filipponi rilevano infatti che in questa vicenda rischiano di scontrarsi “da un lato le legittime richieste degli interinali (una sessantina circa, ndr) che da anni svolgono importanti servizi e attendono stabilità; dall’altro quelle di chi è risultato idoneo al concorso, che attende i dovuti riconoscimenti e che si attinga alla graduatoria ancora in corso. I diritti degli uni non sono in contrasto con i diritti degli altri. Ci opporremo fermamente a chi vorrebbe far credere il contrario. Rivendichiamo per tutti la giusta tutela delle loro aspettative. Lo facciamo anche nell’interesse dell’Asm che potrà trarre beneficio anche in termini di qualità da una politica occupazionale meno contraddittoria ed altalenante”.

Ma per raggiungere questo obiettivo “crediamo sia doveroso che l’attuale maggioranza si occupi di questi problemi invece che essere unicamente concentrata, come ha recentemente dimostrato smentendo le linee programmatiche del sindaco, su come lottizzare e spartirsi le società pubbliche. Per questo ci adopereremo fattivamente nelle prossime settimane. Lo faremo in autonomia ma coordinati, al fine di stimolare l’azione dell’amministrazione comunale sui problemi reali delle persone e per il riconoscimento pieno dei diritti di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Concorso Asm, scongiurare una guerra fra poveri”

TerniToday è in caricamento