“Concorso Asm, scongiurare una guerra fra poveri”

Gentiletti (Senso civico) e Filipponi (Pd): la maggioranza tuteli i diritti di interinali e idonei al concorso piuttosto che pensare a come spartirsi le partecipate

Evitare che il concorso Asm diventi una “guerra fra poveri”. Lo chiedono in una nota congiunta Alessandro Gentiletti e Francesco Filipponi, rispettivamente capogruppo di Senso civico e del Partito democratico.

Abbiamo incontrato a alazzo Spada alcuni fra i 35 candidati risultati idonei al concorso dall’Asm Terni, che compongono l’attuale graduatoria, con scadenza prorogata al luglio 2020. Riteniamo doveroso portare alla luce le loro legittime aspettative e sostenerle. Chiediamo nuovamente all’amministrazione comunale, ovvero l’azionista di Asm Terni, di porre rimedio alle molteplici situazioni che si sono venute a creare e che rischiano di scatenare una cosiddetta guerra fra poveri”.

Gentiletti e Filipponi rilevano infatti che in questa vicenda rischiano di scontrarsi “da un lato le legittime richieste degli interinali (una sessantina circa, ndr) che da anni svolgono importanti servizi e attendono stabilità; dall’altro quelle di chi è risultato idoneo al concorso, che attende i dovuti riconoscimenti e che si attinga alla graduatoria ancora in corso. I diritti degli uni non sono in contrasto con i diritti degli altri. Ci opporremo fermamente a chi vorrebbe far credere il contrario. Rivendichiamo per tutti la giusta tutela delle loro aspettative. Lo facciamo anche nell’interesse dell’Asm che potrà trarre beneficio anche in termini di qualità da una politica occupazionale meno contraddittoria ed altalenante”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma per raggiungere questo obiettivo “crediamo sia doveroso che l’attuale maggioranza si occupi di questi problemi invece che essere unicamente concentrata, come ha recentemente dimostrato smentendo le linee programmatiche del sindaco, su come lottizzare e spartirsi le società pubbliche. Per questo ci adopereremo fattivamente nelle prossime settimane. Lo faremo in autonomia ma coordinati, al fine di stimolare l’azione dell’amministrazione comunale sui problemi reali delle persone e per il riconoscimento pieno dei diritti di tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento