Comune di Terni: “L’Ast si ferma, la maggioranza pensa agli addobbi natalizi”

La nota del capogruppo Pd Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis: “Pochissimo interesse a trattare temi fondamentali, ad iniziare dal ruolo di Ast nelle dinamiche di sviluppo economico ed ambientale”

Ast

"Esprimiamo ancora una volta preoccupazione - dichiarano i consiglieri comunali del Pd Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis - per la nuova fermata non programmata dell'Ast e per la conseguente cassa integrazione ordinaria per gli operai. I nostri concittadini lavoratori di Acciai Speciali Terni non devono subire scelte ingiuste dovute a inefficienze senza la necessaria attenzione della politica: registriamo il silenzio imbarazzante dell'amministrazione comunale, dei partiti che governano Terni e l'Umbria.

È ormai chiaro che il centrodestra preferisca impegnare la quasi totalità del tempo delle sedute del consiglio comunale e della sua attività amministrativa su questioni veramente fondamentali per la città ovvero gli addobbi natalizi o i provvedimenti contro i mendicanti con la modifica del regolamento di polizia urbana. Pochissimo interesse a trattare temi fondamentali, ad iniziare dal ruolo di Ast nelle dinamiche di sviluppo economico ed ambientale.

Ci impegneremo insieme alle altre forze politiche di minoranza a chiedere l’immediata discussione su quanto sta avvenendo in un quadro più generale legato anche allo strumento di area di crisi complessa, scomparso dai radar  del Comune di Terni.
Invitiamo questa amministrazione a tutelare i lavoratori con iniziative concrete, che in diciotto mesi non si sono assolutamente viste. Sottolineiamo nuovamente la necessità di una rinnovata sinergia con il mondo dell’industria ad iniziare dalle Acciaierie, in tempi più stringenti, che possa condurre a nuovi progetti per la città nell’ottica della riduzione delle emissioni, indirizzando il sistema economico e produttivo verso un modello di crescita sostenibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco, la giunta, la Lega, si attivino affinché i lavoratori dell'acciaieria finiti oggi in cassa integrazione ordinaria non debbano subire nel prossimo futuro nuove penalizzazioni. Noi nelle giornate di sciopero di lunedì, e venerdì saremo con i lavoratori e con i sindacati, per capire come meglio orientare la nostra azione al servizio di chi ha sulle spalle il tessuto produttivo cittadino”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento