Comune di Terni, Orsini: “Situazione pesantissima. Urge tornare al consiglio comunale in presenza”

Il presidente Francesco Maria Ferranti risponde: “È volontà di tutti, ma non basta mantenere il distanziamento sociale”

foto di repertorio

Convocare il prima possibile un consiglio comunale ‘in presenza’. E’ quanto richiedono i consiglieri di Uniti per Terni, Anna Maria Leonelli e Valdimiro Orsini. Quest’ultimo, nel corso della seduta da remoto di oggi - 12 maggio - ha sottolineato: “La situazione che stiamo attraversando è pesantissima, soprattutto a livello economico. Urge un confronto tra le forze politiche allargato alle associazioni di categoria. Ci sono le condizioni per farlo. Il comune dispone di spazi molto ampi. Chiedo ed invito la presidenza del consiglio a far sì che quanto prima il consiglio comunale possa ritornare a svolgersi fisicamente nel rispetto delle regole, garantendo la sicurezza del personale e dei consiglieri.”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La risposta del presidente Ferranti

“Sulla possibilità di tenere una seduta in presenza ho già detto che stiamo aprendo una valutazione sugli scenari e le disposizioni in auge - ha affermato il presidente dell'assemblea di Palazzo Spada, Francesco Maria Ferranti - Nel contempo rispetto al Dpcm del 17 marzo 2020 nulla è cambiato per ciò che concerne la pubblica amministrazione. Si è espresso anche il segretario più volte. E’ volontà di tutti tornare a fare il consiglio fisicamente. Nella prossima conferenza dei capigruppo torneremo a ragionare e a valutare la situazione. Probabilmente occorrerà fare una valutazione complessiva di merito e procedere con gradualità, in totale sincerità. Tra le soluzioni ci potrebbero essere delle sedute miste per poi valutare ulteriori ipotesi. Tuttavia non è richiesto il mero mantenimento del distanziamento sociale. Occorre disporre dell’agibilità dei locali e le necessarie tutele sanitarie”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento