Comune di Terni: "Convocare il Governo sul polo universitario di Pentima"

Il capogruppo Pd, Francesco Filipponi: "La stipula del protocollo di intesa per il polo universitario di Pentima è prossima. Occorre comprendere la reale fruibilità dei fondi derivanti dallo strumento di area di crisi complessa”

pentima

Il capogruppo del gruppo consiliare del Pd Francesco Filipponi, ha presentato un atto di indirizzo che impegna l’amministrazione a chiedere, al più presto, la convocazione del tavolo previsto dall’accordo di programma sull’Università. Le motivazioni sono riconducibili nel comprendere la reale fruibilità dei fondi derivanti dallo strumento di area di crisi complessa per il progetto di Pentima, tenendo anche conto delle istanze dei cittadini, in relazione alla riqualificazione della sede universitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli dell’atto presentato

La stipula del protocollo di intesa per il polo universitario di Pentima è prossima. Il consiglio comunale seppur non nella sua interezza ha sostenuto questo progetto, fin dalla promozione dell'atto di indirizzo della seconda commissione consigliare, approvato poi dall’assemblea nel gennaio 2016 – si sottolinea al suo interno - Il progetto prevede la riqualificazione delle sedi universitarie che andranno ad ospitare la facoltà di economia, le mense, gli impianti sportivi, il centro di ricerca per materiali innovativi, e il centro formazione professionale. L'entità dell'investimento, potrebbe essere suddivisa tra un contributo regionale per cui occorre sottolineare l'impegno della Giunta regionale già potenzialmente fruibile e i fondi per area di crisi, derivanti da uno strumento fondamentale per l'economia del nostro territorio, ma per i quali ancora non esiste un impegno preciso del Governo nazionale. Secondo l’accordo di programma –afferma FIlipponi all’interno dell’atto presentato-  si sarebbe dovuto riunire un tavolo nazionale a livello governativo, il quale nella precedente legislatura si è riunito una volta, mentre in questa nuova legislatura non risulta mai ancora essere stato convocato. Pertanto occorre domandare, attraverso una interlocuzione con il Governo, la convocazione dello stesso, al fine di comprendere la reale fruibilità dei fondi derivanti dallo strumento di area di crisi complessa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento