Comune di Terni, Ferranti sulla modifica delle commissioni: “Principio inderogabile previsto da regolamento”

Il presidente del consiglio comunale ne spiega i dettagli: “Un gruppo politico prima di avere una doppia rappresentanza in una commissione deve avere rappresentanza politica in tutte e quattro”

foto di repertorio

La novità Patrizia Braghiroli, in prima commissione, dopo la richiesta avanzata dal suo gruppo di Fratelli d’Italia. Il contestuale spostamento di Paolo Angeletti in quarta con diritto di voto, fermo restando la sua presenza senza diritto di voto in quella “Urbanistica, peep e paip, opere di urbanizzazione primaria e secondaria e opere infrastrutturali, manutenzione e arredo urbano, viabilità e politiche della mobilità”. Il presidente del consiglio comunale Francesco Maria Ferranti ha firmato il decreto che sancisce la composizione delle commissioni consiliari, dopo previa riunione della conferenza dei presidenti nella quale la maggioranza si era espressa per l’inserimento della Braghiroli e lo spostamento di Angeletti.

“Ho seguito lo stesso principio, previsto dal regolamento del consiglio comunale e supportato dai pareri scritti del segretario generale e della dirigente agli affari generale, per il quale un gruppo politico prima di avere una doppia rappresentanza in una commissione deve avere rappresentanza politica in tutte e quattro. Finora – afferma il presidente - infatti mancava il rappresentante di Fratelli d’Italia in prima commissione, un vulnus rilevante per un gruppo di quattro consiglieri che possono quindi esprimere rappresentanza in tutte e quattro le commissioni che lavorano a supporto del consiglio comunale di Terni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sottolineo che lo stesso diritto è stato tutelato e rispettato non più tardi dello scorso febbraio per il Movimento Cinque Stelle con lo spostamento della consigliera Pococacio in prima commissione.Infine evidenzio che il mio decreto – come prevede il regolamento all’art.29 – scaturisce dalle indicazioni fornitemi a maggioranza dalla conferenza dei presidenti nella seduta del 21 aprile”. 
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento