menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Terni: “Sospesa l’attività consiliare per dare esempio di buona condotta ai cittadini”

Il presidente del consiglio comunale Francesco Maria Ferranti: “Al momento non ci sono atti improrogabili. E’ giusto dare un segnale ai nostri concittadini”

“Si dispone la sospensione dei lavori del consiglio comunale e delle commissioni consiliari fino al prossimo 15 marzo”. Lo aveva annunciato, attraverso una nota, il presidente Francesco Maria Ferranti sentiti il sindaco Latini, il segretario Giunta, la dirigente De Vincenzi sulla base delle indicazioni del Decreto del Presidente del Consiglio dello scorso 4 marzo contenente: “Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio del diffondersi del Covid-19”

Il presidente Ferranti fa il punto della situazione

La data suddetta è ormai prossima ed il presidente Ferranti sottolinea a tal proposito: “La sospensione si è resa necessaria a seguito del Decreto ora prorogato al prossimo 3 aprile. Ci sentiremo con il sindaco e valuteremo il da farsi ma è chiaro che dobbiamo dare un segnale alla cittadinanza. Il nostro – afferma Ferranti – deve essere un esempio di buona condotta. Nonostante il decreto non vieti alle istituzioni di poter proseguire a svolgere il proprio lavoro, occorre evitare gli assembramenti. Convocando il consiglio comunale ci sarebbero almeno cinquanta persone coinvolte e non si potrebbero rispettare le distanze necessarie all’interno della sala. Discorso diverso per la giunta dove operano otto/nove persone e possono riunirsi conformandosi alle direttive”.

Altro aspetto importante sottolineato da Ferranti: “Al momento non ci sono atti improrogabili. Se non ci saranno slittamenti le prossime scadenze (30 aprile ndr) riguarderanno il Documento unico di programmazione e l’approvazione del bilancio previsionale”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento