Comune di Terni: “Pubblicato atto difforme da quello approvato dal consiglio, fatto gravissimo”

Durante la seduta del consiglio comunale si è parlato dell’accordo transattivo tra il comune di Terni ed Asm. Sospensione e chiarimenti con la dirigente De Vincenzi

seduta consiglio

Nel corso della seduta odierna del consiglio comunale è stato inserito un punto all’ordine del giorno riguardante: “Precisazioni e riapprovazione proposta di deliberazione del Consiglio comunale n. 354 del 25/11/2019 avente ad oggetto approvazione schema accordo transattivo (situazione debitoria dell'Ente al 31/12/2017) con il Rti costituito da Asm Terni Spa (mandataria) e Cns Srl (mandante)”

L’assessore al bilancio Orlando Masselli ne ha spiegato i dettagli prima degli interventi in aula. Tra questi il consigliere Valdimiro Orsini (Uniti per Terni) il quale ha dichiarato: “È stato pubblicato un atto diverso da quello approvato in consiglio comunale: un fatto gravissimo. Sembra che ci sia uno scambio di mail. Chi ha fatto questo ha commesso un reato che dovrà essere perseguito dalle autorità competenti. Chiedo che venga fatta piena luce perché non deve venir meno quel rapporto di fiducia tra uffici, direzioni e amministratori. Il rischio che ci vadano di mezzo gli appaltatori, lavoratori i quali stavano aspettando queste risorse. La delibera è stata cambiata non solo nelle premesse ma anche nel deliberato. Si prefigura un reato di falso in atto pubblico

Il capogruppo Francesco Filipponi del Partito Democratico, ha rimarcato che: “Il gruppo consiliare del Partito Democratico è cosciente della bontà dell’accordo transattivo tra il comune di Terni e Asm. L’assessore Masselli si carica della responsabilità politica della delibera difforme da quella approvata. La cosa grave è che gli uffici, al momento della pubblicazione, si sono accorti della difformità. Se non ci fosse stata la segnalazione avremmo rivotato la delibera? È un dubbio che permane al sottoscritto”

La consigliera Valentina Pococacio del Movimento cinque stelle ha aggiunto: “Sull’ipotetico giro di mail chiedo all’assessore Masselli di dirci se è a conoscenza di queste interlocuzioni”

I chiarimenti di De Vincenzi e l’assessore Masselli

La dottoressa De Vincenzi, sollecitata a tal proposito ha osservato: “Le proposte di consiglio comunale che sono andate in commissione sono tornate in consiglio ed erano pressoché identiche. Cambia soltanto la prima riga. In questo momento si tratta di approvare una delibera di consiglio conforme con precedente delibera di giunta”

Le parole dell’assessore Orlando Masselli: “Durante l’intervento dei consiglieri ho preso degli appunti e vorrei chiarire l’accaduto. Pur non avendo una responsabilità operativa non posso che prendermi la responsabilità politica di questa discussione. Cosa approva il consiglio? Se non lo emenda approva ciò che ha proposto la giunta comunale. La delibera ha scontato il parere tecnico informale e dei revisori dei conti. Chi ha scritto la delibera e fatto l’errore ci può stare che se ne sia accordo dopo. Ritengo che se in quella seduta ognuno si fosse letto gli atti, probabilmente si sarebbe accorto anche dell’errore. Il nostro compito è quello di rimediare. L’atto transattivo tra Asm e comune di Terni deve essere portato a suo compimento. Mi prendo la responsabilità del lavoro degli uffici e l'impegno di migliorare anche l’informatizzazione dei processi. Gli esposti sono stati fatti e le autorità riterranno quello che è necessario fare”.

Il capogruppo della Lega Federico Brizi, nelle dichiarazioni di voto, si è rivolto alle opposizioni “Siete pericolosi e inaffidabili. È stato commesso un errore formale che ha portato in errore un intero consiglio comunale, maggioranza ed opposizione compresa. Non avendo alcuni argomenti da proporre sentite l’odore del sangue e azzannate la preda. Attaccate i deboli pubblicamente. Da voi non accettiamo nessuna azione di moralità e competenza. Ai lavoratori va la nostra solidarietà”

Il capogruppo di Fratelli d’Italia Maurizio Cecconelli: “Parliamo di un errore. E' abbastanza evidente e questa amministrazione ne ha preso atto. Nessuno se ne è accorto delle 32 persone che sono qui. Siamo qui a decidere da un punto di vista amministrativo su questa sanatoria. A noi interessano le possibili conseguenze quindi salvaguardare la transazione è interesse di tutti. Stiamo parlando di una difformità nelle premesse. La delibera di consiglio e giunta è la stessa. L’atto di transazione inoltre è stato legittimamente sottoscritto”

Lucia Dominici, capogruppo Forza Italia: “Il gruppo non può che votare in modo favorevole la delibera, in quanto anche oggi non può che condividerne gli obiettivi, tracciare quella linea netta per consolidare la nostra partecipata e chiudere l’annoso problema del rapporto tra debiti e crediti tra il comune e Asm. Ad ogni modo, l’errore c’è indiscutibile. Apprezzo quindi l’intervento dell’assessore e la sua presa di responsabilità politica sull’accaduto, augurandomi che simili sviste da parte degli uffici non accadano più".

Capogruppo di Terni Civica Michele Rossi: “Non trovo corretto che qualcuno parli di "diritto di sbagliare" sulla pelle di noi consiglieri, che sulla correttezza dell’iter degli atti. Non possiamo che con fiducia affidarci agli uffici. Sbagliare è certamente umano e l'errore è dietro l'angolo e può sempre accadere ma non essendo la prima volta non lo trovo più giustificabile. Non possiamo tollerare casi di sciatteria amministrativa. Soprattutto quando si tratta di materie così delicate, in questo caso ne va del futuro della nostra più grande partecipata e del lavoro di tanti nostri concittadini. Sono certo che l'assessore competente farà di tutto perché quanto accaduto sia l'ultima volta, invitando gli uffici a svolgere il loro lavoro con più attenzione. È nostro dovere sanare gli errori anche quelli nostri, di questa amministrazione e anche stavolta non ci sottrarremo responsabilmente nel sanare nel miglior modo possibile. Per cui il mio voto sarà favorevole alla delibera”

Votazione: Ventuno favorevoli e nove astensioni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento