menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Comune di Terni, la proposta per ridurre il fenomeno del randagismo: “Microchip e regolarizzazione dei cani di proprietà”

Il gruppo consiliare della Lega ha presentato un atto di indirizzo rivolto a sindaco Latini e giunta per contrastare tale fenomeno

Apposizione di microchip e regolarizzazione anagrafica dei cani di proprietà che ne risultino ancora sprovvisti. Si tratta delle due proposte inserite all’interno dell’atto di indirizzo, volto a ridurre il fenomeno del randagismo. I promotori sono i consiglieri della Lega i quali sottolineano che tale obiettivo può essere perseguito: “Interagendo con le istituzioni e gli enti preposti al fine di ottenere qualsivoglia agevolazione economica e pubblicitaria che possa aiutare in tal senso”.

Passi in avanti per la lotta al randagismo

Il gruppo consiliare ricorda come: “Notevoli passi in avanti sono stati ottenuti negli ultimi anni con l'istituzione dell'anagrafe canina regionale e l'obbligatorietà di identificazione tramite microchip e registrazione nella stessa di tutti i cani. Inoltre l’apposizione del microchip e la successiva registrazione in anagrafe è considerata un atto medico, e pertanto ad opera esclusiva di medici veterinari autorizzati, siano essi del servizio veterinario pubblico, che liberi professionisti”.

Tuttavia, anche nel territorio, tale fenomeno è riscontrabile e da ascriversi anche alla scarsa sensibilizzazione da parte dell'utenza, oltre che alla necessità di un costo da corrispondere. A tal proposito i consiglieri si rivolgono al sindaco e alla giunta ad adoperarsi nei modi che ritengono più opportuni ed efficaci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento