rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Politica

Grandi manovre a Palazzo Spada, Pincardini passa a Fratelli d’Italia

Cambio di casacca numero ventisei in consiglio comunale: “Non è solo il partito più coerente nello scenario nazionale, ma la declinazione moderna e seria di ciò che deve essere oggi la destra in Italia”. Gli altri “rumors”

Cambio di casacca numero ventisei in consiglio comunale. Paola Pincardini lascia il gruppo misto - a cui era arrivata dalla Lega - e approda a Fratelli d’Italia. Questa mattina la consigliera comunale ha depositato la lettera con cui comunica la sua decisione e il partito di Giorgia Meloni ha diffuso una nota ufficiale spiegando che “l’adesione al gruppo consiliare di Fratelli d’Italia di Paola Pincardini rappresenta un ulteriore tassello di una stagione inclusiva che vede il nostro movimento sempre più come punto di riferimento per coloro che intendono la politica come sintesi di valori e comportamenti coerenti”.

Alle dichiarazioni dei vertici provinciali e regionali del partito, fa eco la posizione di PIncardini: “Il mio ringraziamento va ai consiglieri comunali e a tutta la classe dirigente di Terni di Fratelli d’Italia per la fiducia accordatami e per questo nuovo inizio che mi offre l’opportunità di riallacciare un percorso comune con tante persone, che stimo e con le quali ho già condiviso in passato tante stagioni di impegno politico”.

“Fratelli d’Italia non è solo il partito più coerente nello scenario nazionale, ma la declinazione moderna e seria di ciò che deve essere oggi la destra in Italia. Svolgere al meglio il mio ruolo di amministratore pubblico per dare sostanza all’impegno che la coalizione di centrodestra ha preso nei confronti della città e rafforzare l’azione di ricostruzione di un tessuto sociale ed economico all’altezza delle aspettative di tanti cittadini, è ciò che intendo fare con rinnovato impegno, entusiasmo e fiducia”.

Il passaggio di queste ore di Pincardini potrebbe però non essere l’unico in direzione dei meloniani. Rumors insistenti rimbalzano fra i corridoi di Palazzo Spada ipotizzando che la stessa scelta potrebbe essere fatta in tempi non troppo lunghi anche da Doriana Musacchi, ex Lega e ora gruppo misto. Altre voci sembrano dare un possibile cambio in vista anche per Michele Rossi, esponente di Terni civica. Per Rossi però l’approdo potrebbe anche essere quello del neocostituito movimento Civitas, promosso dall’assessore regionale Paola Agabiti e presieduto dal sindaco di Orvieto, Roberto Tardani.

La politica, come la vita, è fatta a scale. E alla “legge dell’ascensore” non sfugge (quasi) nessuno.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grandi manovre a Palazzo Spada, Pincardini passa a Fratelli d’Italia

TerniToday è in caricamento