menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Umbria osservata speciale” per Coronavirus, la Lega di Terni: sfregio, la Regione tuteli la sua immagine

Il gruppo consigliare del Carroccio a Palazzo Spada alza il tiro: “Errore o volontà politica di danneggiare la nostra Umbria? Non sappiamo, ma si tratta di notizie denigratorie e per nulla rispondenti alla realtà dei fatti”

Uno “sfregio vergognoso”. È una condanna senza appello quella che i consiglieri comunali della Lega di Terni fanno della notizia che, nel pomeriggio di domenica, ha rimbalzato fra giornali e social media, secondo la quale l’Umbria veniva classificata fra le regioni “sotto osservazione” per quanto riguarda l’indice di contagio da Covid19 e quindi il rischio che la pandemia, soprattutto in fase di riapertura, avrebbe potuto ricominciare a mietere vittime.

Una “leggerezza” che viene “condannata” dal Carroccio di Terni che si unisce al coro di protesta alzato dai colleghi che siedono in consiglio regionale, in Parlamento e all’indignazione espressa dalla stessa presidente Tesei.

“Errore o volontà politica di danneggiare la nostra Umbria? Non ci è dato saperlo – dicono gli esponenti della Lega coordinati dal capogruppo a Palazzo Spada, Federico Brizi - Fatto sta che per un giorno intero la nostra regione è stata penalizzata dal ritrovarsi sulle pagine dei giornali nazionali. Uno sfregio vergognoso per chi come l’Umbria è stata considerata virtuosa nella fase di contenimento del contagio. Prendiamo atto che l’Istituto superiore di sanità ha già corretto il tiro. Ci auguriamo che vengano adottate azioni decise da parte della Regione Umbria a tutela della propria immagine e contro il diffondersi di notizie denigratorie e per nulla rispondenti alla realtà dei fatti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento