Nuovi divieti anti Coronavirus, Gentiletti: impensabile che alcune attività industriali di Terni restino aperte

Il consigliere comunale di Senso civico: scelta incomprensibile che danneggerebbe la città, è necessario assumere scelte coraggiose e collaborative

Sul dibattito in corso in vista dei nuovi divieti anti Coronavirus che lascerebbero aperte a Terni alcune importanti attività industriali – come ad esempio l’Ast – interviene il consigliere comunale di Senso civico, Alessandro Gentiletti.

“Sono costretto ad interrompere l’operoso e collaborativo silenzio che da dieci giorni a questa parte mi sono imposto perché reputo non più sopportabile la situazione di incertezza che avvince molte lavoratrici e molti lavoratori del nostro territorio. Intervengo ora perché il lavoro di mediazione, collaborazione e attivismo che ho svolto in questi giorni non è più sufficiente. Il momento richiede a tutti uno sforzo di responsabilità ed una parola forte e pubblica da parte di tutte le istituzioni”.

“Riterrei impensabile, dopo l’evoluzione della situazione di queste ultime ore – spiega il capogruppo in una nota - che alcune attività industriali e produttive del nostro territorio, non strettamente essenziali, per le quali non è possibile attivare il lavoro a distanza, restino aperte e attive”.

“Questo, infatti, costringerebbe i lavoratori a recarsi sul posto di lavoro, dove magari non è pienamente possibile rispettare le misure di prevenzione utili a contenere il fenomeno virale che sta tenendo in ostaggio il mondo. Una scelta di questo tipo sarebbe incomprensibile e rischierebbe di danneggiare la città. La preoccupazione è, inoltre, che possa creare inutili tensioni, che non giovano alla nostra comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per questo esprimo sostegno e gratitudine a tutte le forze sindacali di ogni realtà lavorativa e a quegli imprenditori del territorio che hanno già dimostrato senso di responsabilità, nonostante le difficoltà economiche che si prospettano. Rivolgo un appello alle proprietà, investitori e dirigenze di ogni realtà perché siano assunte scelte coraggiose e collaborative”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento