menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi divieti anti Coronavirus, Gentiletti: impensabile che alcune attività industriali di Terni restino aperte

Il consigliere comunale di Senso civico: scelta incomprensibile che danneggerebbe la città, è necessario assumere scelte coraggiose e collaborative

Sul dibattito in corso in vista dei nuovi divieti anti Coronavirus che lascerebbero aperte a Terni alcune importanti attività industriali – come ad esempio l’Ast – interviene il consigliere comunale di Senso civico, Alessandro Gentiletti.

“Sono costretto ad interrompere l’operoso e collaborativo silenzio che da dieci giorni a questa parte mi sono imposto perché reputo non più sopportabile la situazione di incertezza che avvince molte lavoratrici e molti lavoratori del nostro territorio. Intervengo ora perché il lavoro di mediazione, collaborazione e attivismo che ho svolto in questi giorni non è più sufficiente. Il momento richiede a tutti uno sforzo di responsabilità ed una parola forte e pubblica da parte di tutte le istituzioni”.

“Riterrei impensabile, dopo l’evoluzione della situazione di queste ultime ore – spiega il capogruppo in una nota - che alcune attività industriali e produttive del nostro territorio, non strettamente essenziali, per le quali non è possibile attivare il lavoro a distanza, restino aperte e attive”.

“Questo, infatti, costringerebbe i lavoratori a recarsi sul posto di lavoro, dove magari non è pienamente possibile rispettare le misure di prevenzione utili a contenere il fenomeno virale che sta tenendo in ostaggio il mondo. Una scelta di questo tipo sarebbe incomprensibile e rischierebbe di danneggiare la città. La preoccupazione è, inoltre, che possa creare inutili tensioni, che non giovano alla nostra comunità”.

“Per questo esprimo sostegno e gratitudine a tutte le forze sindacali di ogni realtà lavorativa e a quegli imprenditori del territorio che hanno già dimostrato senso di responsabilità, nonostante le difficoltà economiche che si prospettano. Rivolgo un appello alle proprietà, investitori e dirigenze di ogni realtà perché siano assunte scelte coraggiose e collaborative”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento