menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Coronavirus, la proposta per le famiglie di Terni in difficoltà: “Spesa sospesa per diffondere la cultura della solidarietà”

Il Movimento Cinque Stelle ha presentato un atto di indirizzo volto a sostenere le famiglie che maggiormente stanno subendo il peso della crisi economica, derivata dall’emergenza sanitaria

Un gesto nobile, ereditato dalla tradizione napoletana, denominato ‘spesa sospesa’. Facendo riferimento al contesto partenopeo si provvedeva a lasciare pagato un caffè al bar, garantendo a chi non se lo poteva permettere di poter gustarsi un espresso campano. Ora, a seguito della crisi economica derivata dall’emergenza sanitaria, sono sempre di più le famiglie che si trovano in difficoltà e necessitano di aiuti immediati.

Movimento Cinque Stelle: “Il progetto di spesa sospesa”

I pentastellati ternani propongono, attraverso un atto di indirizzo rivolto al sindaco Latini ed alla giunta, un progetto di spesa sospesa indicando tutti gli step del progetto. Il contenuto nel dettaglio:

  • Gli esercizi commerciali che decidano di offrire la possibilità ai cittadini di lasciare una ‘spesa sospesa’ possono richiedere l’iscrizione all’apposito albo dei partecipanti al progetto, predisposto dal Municipio e pubblicato sul sito istituzionale del Municipio.
  • L'iscrizione all'albo si effettua inviando ad un indirizzo mail ufficiale segnalato dall’amministrazione.
  • Gli esercizi commerciali aderenti al progetto ed iscritti all'albo, vista l‘emergenza, dovranno predisporre autonomamente apposita comunicazione presso i negozi nella quale viene indicata l‘opportunità per i cittadini di lasciare o usufruire della ‘spesa sospesa’.
  • L'albo degli esercizi commerciali aderenti al progetto deve essere pubblicato sul sito web del Municipio e aggiornato continuamente anche al fine di valorizzare l'adesione al progetto da parte degli operatori commerciali presenti sul territorio municipale.
  • Andranno individuate le associazioni locali che si prenderanno carico di preparare e consegnare i pacchi a che ne avrà bisogno.
  • Il progetto può essere diffuso sul territorio mediante la stampa e attraverso materiali illustrativi.
  • I cittadini che acquistano beni presso gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto possono scegliere che tipo di prodotto lasciare in sospeso (preferibilmente beni indeteriorabili).

Il gruppo consiliare chiede di attivare il progetto con decorrenza immediata fino al termine dell’emergenza in atto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento