rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Documento economico, Carissimi: “Terni deve avere il nuovo ospedale”

Approvato l’emendamento del consigliere regionale della Lega nell’ambito della discussione sul Defr: “Nessun tentativo di marginalizzare l’Umbria Sud”

“Terni deve avere il nuovo ospedale”. Va in questa direzione l’emendamento approvato in consiglio regionale e presentato da Daniele Carissimi, esponente della Lega. Nell’ambito della discussione sul Defr, il documento economico finanziario regionale, è stata approvata la sua proposta di emendamento che “introduce nel documento programmatico regionale la progettazione e costruzione di una nuova struttura ospedaliera nel capoluogo provinciale”. “Sottolineo le parole della presidente Donatella Tesei quando dice che bisogna trovare le risorse e che bisogna trovare il modo perché le cose si realizzino, parole utilizzate dalla medesima per le opere strategiche tra le quali non può non ricomprendersi il nuovo ospedale di Terni. Non mi sono sfuggiti gli ennesimi gridi di dolore dei sindacati e dei medici da poco espressi in audizione della Commissione Sanità del Comune di Terni”.

“Le linee strategiche del nuovo piano sanitario regionale - continua Carissimi - devono essere inevitabilmente interpretate, prima della stesura del Piano definitivo, nel senso della centralità dell’Azienda ospedaliera ternana nell’Umbria meridionale nella preannunciata riorganizzazione delle strutture ospedaliere, attesa la ridefinizione delle vocazioni delle strutture ospedaliere. Tutto ciò al fine di scongiurare qualsiasi eventuale tentativo di depotenziare o marginalizzare l’azienda ricavandole un ruolo residuale nelle strategie sanitarie regionali. L’emendamento richiama l’obbligo della giunta, assunto lo scorso aprile, del rafforzamento della rete ospedaliera e dei servizi sanitari del ternano, approvata all’unanimità, con il quale occorre procedere a progettare e realizzare il nuovo ospedale ad alta specialità di Terni, dotato di 5-600 posti letto e di una piattaforma per l’elisoccorso, attivando senza ritardo l’iter progettuale e amministrativo necessario, nel rispetto dell’equilibrio di bilancio”.

“L’emendamento approvato oggi – prosegue il consigliere regionale - rafforza quell’impegno della Giunta ad ottemperare a quella delibera, coerentemente con quanto indicato nella missione 13 del DEFR che prevede la tutela della salute attraverso importanti misure di efficientamento della spesa sanitaria e che prevede, tra gli obiettivi strategici, quello di ripartire dalla sanità pubblica territoriale attraverso la riorganizzazione dell’assistenza ospedaliera. Gli utenti e il personale sanitario non possono accontentarsi di ottenere adeguamenti sismici o di prevenzione incendi quando le barelle o i macchinari non entrano negli ascensori. La Giunta Tesei – conclude Carissimi - ha già dimostrato grande attenzione alla questione della sanità nel ternano, ora sono convinto che saprà segnare un deciso cambio di passo rispetto al passato, passando dalle parole ai fatti e realizzando finalmente la nuova struttura ospedaliera che i cittadini di Terni aspettano da troppo tempo e che meritano di avere quanto prima”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documento economico, Carissimi: “Terni deve avere il nuovo ospedale”

TerniToday è in caricamento