rotate-mobile
Politica

Elezioni a Terni, Francesco Maria Ferranti pilastro della coalizione di centrodestra: “Premiata la coerenza e il saper ascoltare i problemi delle persone”

Il presidente uscente del consiglio comunale, il più votato di Forza Italia, traccia un primo bilancio in vista del ballottaggio: “In cinque anni, nonostante le difficoltà, l’attività amministrativa è sempre andata avanti”

Con circa 600 preferenze, Francesco Maria Ferranti è stato il più votato di Forza Italia al primo turno delle ultime elezioni amministrative a Terni. Anzi, come sottolineato dal candidato, il risultato personale è stato “il più alto del centrodestra in base ai risultati dei partiti”. Il presidente uscente del consiglio comunale ha tracciato un bilancio di quanto fatto dal centrodestra nell’ultimo quinquennio, tra progetti portati a termine e altri ancora da terminare. Per questo, Ferranti descrive il voto al candidato sindaco Orlando Masselli in vista del ballottaggio come “un voto volto a perseguire l’interesse del territorio”. 

Ferranti, è stato il più votato di Forza Italia, se lo aspettava? “In percentuale sono stato il candidato più votato del centrodestra considerando i risultati dei singoli partiti. È solo un dato ma come tale va letto. La coerenza politica, il saper ascoltare i problemi delle persone alla fine premiano sempre”. 

Cosa si sente di dire da presidente del consiglio comunale uscente? “Data la mia lunga esperienza, posso dire che è stata la prima volta in cui il mandato si è chiuso concludendo tutti gli atti amministrativi. Abbiamo affrontato il periodo della pandemia con grande senso di responsabilità per non paralizzare l’attività amministrativa, lavorando in maniera costante per portare a termine tutti gli obiettivi”. 

Perché i ternani dovrebbero tornare alle urne in vista del ballottaggio votando Orlando Masselli? “Per tutte le cose fatte dal centrodestra in questi anni, comprese non ultime la riapertura del parco di Cardeto e lo sblocco definitivo nella conferenza dei servizi decisoria che ha autorizzato il restyling di piazza del mercato, risolvendo così un antico contenzioso. Inoltre il centrodestra governa in Umbria e in Italia, potendo così avere un contatto diretto per i temi da porre sotto attenzione, tra cui quello della sanità. Le cliniche private senza un ospedale pubblico all’avanguardia, con i lavori che partiranno prossimamente, non risolvono i problemi. Il personale medico e paramedico sta compiendo grandi sacrifici, così Comune e Regione hanno messo in campo un provvedimento per abbattere le liste d’attesa entro luglio in maniera considerevole investendo sette milioni di euro. Si tratta di politica seria, non quella fatta solo con slogan e promesse”.

Vi aspettavate questi risultato al primo turno e il ballottaggio con Stefano Bandecchi? “Il ballottaggio, negli ultimi venti anni, c’è sempre stato. A maggior ragione lo avevamo messo in preventivo considerando la frammentazione così vasta nelle liste. L’unica cosa che so è che tra slogan, promesse e poca attendibilità, fino a oggi nulla si è concretizzato delle progettualità avanzate”. 

Andiamo per ipotesi. Vince Masselli, entrerà in giunta? “Prima pensiamo a vincere e poi a costruire una giunta utile ai fabbisogni del territorio, non è mio pensiero oggi cosa succederà la settimana prossima”. 

Altro scenario, Stefano Bandecchi diventa sindaco, che tipo di opposizione porterà avanti? “Forza Italia ha sempre fatto opposizione dura, seria e basata sulle proposte. Opposizione propositiva volta a perseguire l’interesse del territorio. Non becero ostruzionismo”.

Dopo tanti anni a Terni, pensa anche di poter rientrare nella tornata elettorale regionale? “Sicuramente nel contesto regionale Terni ha bisogno di essere rappresentata con capacità esperienza ed equilibrio. L’Umbria deve uscire dai campanilismi con un Governo che premi eccellenze dal territorio. Guardiamo questo e poi col partito valuteremo utile un mio impegno. In questo senso, non mi tiro certo indietro”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Terni, Francesco Maria Ferranti pilastro della coalizione di centrodestra: “Premiata la coerenza e il saper ascoltare i problemi delle persone”

TerniToday è in caricamento