rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Politica

Alle urne meno di sette ternani su dieci: il dato definitivo dell’affluenza, peggio di cinque anni fa

Elezioni politiche 2022, gli astensionisti si confermano come “primo partito” in Italia. La situazione in città, in Umbria e in Italia. I primi exit poll: vantaggio del centrodestra grazie Fratelli d’Italia, Pd attorno al 20%, si avvicinano i 5 Stelle

Le elezioni politiche assegnano al partito del non voto la maggioranza dei “consensi”. Il dato definitivo dell’affluenza alle urne dice infatti che, in particolare a Terni, ha votato meno del 70 per cento degli aventi diritto, precisamente il 68,08% in calo rispetto al dato delle Politiche di cinque anni fa, quando alle urne si recò il 76,59% degli aventi diritto.

Nel Perugino l’affluenza è stata del 69,07% (dato provvisorio, prec. 78,42%) mentre la media umbra è del 68,8% (dato provvisorio, prec. 77,92%).

Gli astensionisti valgono insomma il 30% dei consensi, più di Fratelli d’Italia che - stando almeno ai primi exit poll - è il partito più votato dagli italiani e trascina il centrodestra oltre quella che dovrebbe essere la soglia del 42%, nonostante Lega e Forza Italia vengano accreditate di performance tutt’altro che brillanti. Il carroccio potrebbe non arrivare al 10% e Forza Italia starebbe sotto l’8%.

Restando ai numeri, il Pd viene accreditato di circa il 20% mentre il Movimento 5 Stelle supererebbe il 15%. Il Terzo polo avrebbe invece scavalcato la quota del 7%.

Tornando all’affluenza, i numeri dell’Umbria si riflettono abbastanza fedelmente a livello nazionale: l’affluenza in Italia è stata infatti del 64,07% (provvisorio, prec. 73,53%): la regione dove si è votato di più è stata l’Emilia Romagna (71,89%, prec. 78,56%) , quella in cui si è votato meno è stata invece la Calabria con il 50,5% (prec. 63,37%).

A livello locale, in città l’affluenza è stata del 66,31% (prec. 75,44%). Così a Narni (70,27%, prec. 77,06%), Amelia (69,55%, prec. 78,06%) e Orvieto (71,56%, prec. 78,86%). Il comune con il dato più alto è Polino, che ha fatto segnare una affluenza del 76,44%, dato esattamente uguale a quello di 5 anni fa, mentre quello con l’astensionismo più importante è Parrano (59,78%, prec. 79,95%) . 

Così alle 19

Il dato dell’affluenza delle 19 per le elezioni politiche di cinque anni fa diceva poco meno del 64% in provincia di Terni. Oggi, quella percentuale scende di circa dieci punti percentuale e si attesta al 55%. Mancano insomma circa centomila aventi diritto al voto, che hanno tempo fino alle 23 per esprimere la propria preferenza.

A Terni città, la quota dei votanti è stata del 54,92% a fronte del 62,6 delle precedenti Politiche. Il comune dove si è registrata l’affluenza maggiore è Alviano con il 61,47%, comunque in calo rispetto al precedente 67,53%. Parrano è invece la realtà con l’affluenza più bassa (49,13%) a fronte di quasi il 72% rilevato alle 19 di cinque anni fa.

La situazione nei comuni maggio vede invece Orvieto al 58,84% (prec. 66,73%), Narni al 56,16% (prc. 63,04%) e Amelia al 55,37% (prec. 65,78%).

In Umbria l’affluenza media alle 19 è stata del 56,37% in base ai dati riferiti a 87 comuni su 92 (prec. 64,92%). In provincia di Perugia la media è del 56,66% (55 comuni su 59) con il capoluogo che fa segnare 57,53% (prec. 65,76%) mentre il comune con il dato più basso è Sant’Anatolia di Narco con il 46,05% (prec. 63,66%).

Affluenza giù anche a livello nazionale dove il dato delle 19 è 51,16% (prec. 58,95%). La regione dove si è votato di più è l’Emilia Romagna (59,5% a fronte del 65,83% delle precedenti Politiche) quella dove invece si è votato di meno è la Calabria con il 36,94% (prec. 49,67%). 

L’affluenza a mezzogiorno

Il dato rilevato a mezzogiorno è stato il 20,14%. L’Umbria ha fatto registrare il 20,09% di affluenza, mentre la provincia di Perugia si è attestata al 20,07%. A Terni città l’affluenza è stata del 20,16% (era il 19,53% cinque anni fa) mentre il comune dove si è votato di più è Montecchio (24,18% rispetto a 21,13%) mentre l’affluenza più bassa si registra a Parrano (15,43%). Per quanto riguarda i comuni “maggiori” del territorio, ad Orvieto si rileva un’affluenza del 21,92%, a Narni del 20,94 e ad Amelia del 19,83%.

Gli eletti

Le votazioni di oggi comportano il rinnovo dei due rami del Parlamento: camera dei deputati e senato della Repubblica con 400 deputati e 200 senatori: gli umbri potranno eleggere 6 deputati - contro i 9 prima della riforma che ha “tagliato” i parlamentari - e 3 senatori, rispetto ai 7 delle passate elezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle urne meno di sette ternani su dieci: il dato definitivo dell’affluenza, peggio di cinque anni fa

TerniToday è in caricamento