rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

“C’è qualche persona a destra che ha votato Bandecchi, ma è stata la sinistra a consegnargli la città”

Elezioni a Terni, l’analisi del centrodestra. Franco Zaffini (Fd’I): incassiamo una sconfitta ma niente processi. Raffaele Nevi (FI): fare tesoro degli errori commessi. David Veller (Lega): siamo in pausa di riflessione

“C’è qualche persona a destra che ha votato Stefano Bandecchi. Potrei fare nomi e cognomi. Ma non è il momento di fare processi a chi poteva fare di più e non lo ha fatto”. I novecento voti che mancano all’appello tra primo turno e ballottaggio per le elezioni a Terni a favore di Orlando Masselli sono un calo fisiologico e non trabocchetto di qualche franco tiratore. “Il centrodestra, semmai, avrebbe potuto fare di più al primo turno. Ma con sette candidati, sarebbe stato un miracolo”. Piuttosto, “è stata la sinistra che ha consegnato la città a Bandecchi”, dice il senatore Franco Zaffini, segretario regionale di Fratelli d’Italia, che spiega: “Prima non hanno voluto il campo largo e poi al ballottaggio hanno votato” per il patron della Ternana, facendolo diventare sindaco della città.

“Incassiamo la sconfitta – dice Zaffini – e ce ne facciamo carico come primo partito partito della coalizione. Abbiamo indicato il candidato sindaco convinti di poter fare un buon risultato. E la partita politica, al primo turno, l’abbiamo vinta. Il ballottaggio è stato un corpo a corpo con l’antipolitica, con un soggetto che si definisce buono per tutti, dalla destra al centro, alla democrazia cristiana”.

“Comunque – aggiunge Zaffini nella sua analisi – onore al vincitore e in bocca al lupo. Ma non ho fiducia. So già cosa accadrà. Basta ascoltare le sue parole. Dopo Terni, deve conquistare l’Umbria e poi Roma e poi pensare alle sue aziende. Ha detto che sarà un sindaco viaggiatore e Terni sarà affidata ad un avatar… Spero che passi i primi due o tre mesi a studiare, come gli studenti della sua università, così da capire la differenza tra la gestione di un comune e quella di un’azienda”.

E quando gli si chiede se la sconfitta a Terni avrà ripercussioni sulle elezioni regionali e sulle comunali a Perugia del prossimo anno, Zaffini risponde: “La partita in regione si tornerà a giocare con il Pd e Bandecchi non sarà in grado di influire. Certo, la spinta del centrodestra si è dimostrata non sufficiente. Ma non voglio fare processi a chi avrebbe potuto fare di più e non lo ha fatto”.

“Abbiamo perso”, dice Raffaele Nevi, deputato di Forza Italia. “Dobbiamo prendere atto della sconfitta. Auguri di buon lavoro al sindaco eletto. Da parte nostra, dobbiamo fare tesoro degli errori compiuti”.

Dalla Lega, che passa dal sindaco uscente a zero consiglieri, nessun commento. “Siamo ancora in pausa di riflessione”, dice David Veller, segretario provinciale del carroccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“C’è qualche persona a destra che ha votato Bandecchi, ma è stata la sinistra a consegnargli la città”

TerniToday è in caricamento