rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Politica

“Chi crede sarà il prossimo sindaco di Terni?”, i risultati dell’ultimo sondaggio verso le elezioni

La rilevazione è stata commissionata da Alternativa popolare: mille interviste telefoniche, Orlando Masselli resta in testa ma Stefano Bandecchi si avvicina. Sul podio José Maria Kenny, giù Claudio Fiorelli

Tra qualche ora non sarà più possibile diffondere i risultati dei sondaggi che, dunque, resteranno “ad uso interno”. E tra poco più di due settimane, a parlare saranno le urne. Ma intanto, le rilevazioni statistiche servono ad “annusare” l’aria che tira a Terni in vista delle elezioni amministrative del 14 e 15 maggio.

L’ultimo sondaggio è quello commissionato da Alternativa popolare alla società Demetra opinioni ed è stato realizzato tra il 23 ed il 27 aprile sulla popolazione ternana maggiorenne. In particolare, sono state realizzate mille interviste con il metodo Cati-Cami (sondaggio telefonico su utenza fissa e mobile). Il margine di errore è stimato al 2,3%.

Ad anticipare alcuni dei risultati ottenuti è Riccardo Corridore, coordinatore cittadino del partito guidato da Stefano Bandecchi che, commentando gli esiti, scrive che il patron della Ternana “è pronto al sorpasso”.

Dai numeri resi noti e relativi ad una delle domande del sondaggio (“Indipendentemente da chi voterà, chi crede sarà il prossimo sindaco di Terni?”) il candidato del centrodestra resta ancora in testa. Orlando Masselli viene infatti accreditato del 39%, ma Bandecchi sembra essere in crescita, soprattutto in riferimento alla rilevazione che sempre Ap aveva commissionato qualche tempo indietro a Winpool: oggi infatti l’imprenditore viene dato al 34%, diversi punti percentuali in più rispetto all’ultima rilevazione. Sul terzo gradino del podio si piazza José Maria Kenny, candidato sostenuto da Pd, civici e alleanza Verdi-Sinistra, accreditato del 18%. Claudio Fiorelli, ossia il candidato del polo alternativo (M5S, Bella ciao e civici) viene dato al 7% mentre Paolo Cianfoni (Alleanza degli innovatori) al 2%. Nessun voto per Emanuele Fiorini e Silvia Tobia (Potere al popolo). A vincere sarebbe comunque il popolo degli indecisi visto che una percentuale del 40% “non sa” o “non risponde”.

Altro dato che sembra essere più che plausibile è quello per cui il prossimo sindaco di Terni sarà deciso al ballottaggio e non al primo turno: dai sondaggi si passerà insomma alle alleanze, vera chiave con cui entrare a Palazzo Spada.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Chi crede sarà il prossimo sindaco di Terni?”, i risultati dell’ultimo sondaggio verso le elezioni

TerniToday è in caricamento