Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Accertamento delle evasioni e pagamento delle tasse comunali. Doppia proposta: “La digitalizzazione obiettivo dell’amministrazione”

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti ha depositato un atto di indirizzo sulle due tematiche: “I cittadini ternani a fronte di maggiori entrate potranno beneficiare dei maggiori ricavi fiscali dell'ente”

foto di repertorio

Un atto di indirizzo con duplice finalità. Lo ha presentato il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti con l’obiettivo di proseguire a percorrere il percorso di digitalizzazione dell’ente: “Fra gli obiettivi previsti dal documento unico di programmazione”. Il consigliere sollecita l’amministrazione comunale a sottoscrivere il protocollo di intesa con l'Agenzia delle entrate, la Guardia di finanza, l’ANCI e l'Istituto per la finanza e l'economia locale e ad attivarsi per il recupero dell'evasione attraverso mirati interventi di monitoraggio. Inoltre ad attivarsi per registrarsi nell’interfaccia IO e permettere cosi il pagamento digitale delle tasse e imposte comunali.

L’atto di indirizzo

“L’Agenzia delle entrate, la Guardia di finanza, l’Anci e Ifel nel 2018 hanno firmato il nuovo protocollo d’intesa per una più efficace partecipazione dei comuni all’accertamento delle evasioni. L’accordo – afferma Gentiletti nel documento - prende atto che una delle maggiori difficoltà per il recupero dell'evasione dipende dalla mancanza di comunicazione e scambio dei dati fra l’Agenzia delle entrate, la Guardia di finanza, i comuni e le migliaia di enti e società partecipate sparse nel territorio nazionale. Il protocollo di intesa ha lo scopo di risolvere questa situazione, favorendo l'interscambio e l'incrocio di dati fra enti”.

Come è noto: “Il nostro comune versa in uno stato di dissesto ed è vittima di un elevato tasso di evasione. Necessita, quindi, di attivarsi per il recupero delle imposte e beneficiare degli effetti del protocollo di intesa. I cittadini ternani, a fronte di maggiori entrate, non appena sarà terminata la fase di dissesto, potranno beneficiare dei maggiori ricavi fiscali dell'ente, il quale avrà margine per incidere sulla riduzione delle aliquote di sua competenza. Opportuno, pertanto, che il comune di Terni aderisca al protocollo di intesa”.

“E' altresì necessario che si favorisca, soprattutto in questo momento, la digitalizzazione per il pagamento delle imposte” a fronte dell’emergenza sanitaria dove è necessario mantenere il distanziamento sociale ed evitare gli assembramenti. “E' stata attivata l’applicazione dei servizi pubblici denominata IO per l'avvio del  cashback di stato. La app esisteva già ed è sviluppata dalla PagoPA, società pubblica nata per istituire il sistema di pagamento unico verso la pubblica amministrazione introdotto da qualche anno”

“Su IO – sostiene il capogruppo - è disponibile un elenco di Istituzioni, nazionali e locali, che hanno deciso di sfruttarla come mezzo per interfacciarsi con i cittadini e gestirne, ad esempio, il pagamento di bolli, tasse e imposte. Tra queste non figura il comune di Terni. La modalità di pagamento attraverso PagoPa è stata inserita, a seguito di apposito emendamento, nel regolamento che disciplina le entrate extratributarie. E' quindi, necessario che anche l'amministrazione della nostra città aderisse alla piattaforma, dando seguito all’indirizzo già recepito e regolamentato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accertamento delle evasioni e pagamento delle tasse comunali. Doppia proposta: “La digitalizzazione obiettivo dell’amministrazione”

TerniToday è in caricamento