menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Giacomo Sirchia

foto Giacomo Sirchia

Giardini pubblici della Passeggiata e sicurezza: “Atti di vandalismo da ascrivere alle nuove generazioni che sfuggono alle restrizioni”

Il dibattito in consiglio comunale, a seguito dell’atto di indirizzo presentato dal gruppo consiliare della Lega: “Il parco deve essere frequentato in condizioni di sicurezza”

Una votazione all’unanimità che ha abbracciato, virtualmente, l’intera plenaria. Il consiglio comunale, riunitosi da remoto, ha approvato un atto di indirizzo presentato dal gruppo consiliare della Lega. Il documento impegna la giunta ad una maggiore: “Prevenzione e repressione di atti vandalici o comunque comportamenti non consoni con il pubblico decoro, in particolare all’interno dei giardini pubblici della Passeggiata”.

Il consigliere della Lega Marco Cozza, presentando l’atto, ha dichiarato: “E’ un po' datato poiché lo scrivemmo all’inizio della scorsa estate, mentre si stavano susseguendo degli atti vandalici. Purtroppo sono perpetrati fino ai giorni nostri. Il parco è il più importante della città e deve essere frequentato in condizioni di sicurezza e pulizia. Le forze dell’ordine proseguono a svolgere le proprie attività di controllo” ricorda Cozza che aggiunge: “E’ necessario adoperarsi per prevenire, contrastare e reprimere, andando ad applicare eventuali sanzioni penali, amministrative ed educative”.

Nei successivi interventi Federico Pasculli del Movimento Cinque Stelle ha affermato come: “Il decoro dovrebbe essere la normalità in questa città, tuttavia non è così. Il documento affronta problematiche reali, è giusto evidenziare questo fatto”. Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti: “A sei mesi di distanza dalla presentazione dell’atto gli obiettivi di sicurezza e decoro urbano non sono stati raggiunti. Ci sono persone le quali ancora credono che la colpa sia di quelli di prima. Gli strumenti per dirimere tali criticità ci sono, occorre metterli in pratica da questa amministrazione”. Infine Marco Cozza è tornato sull’argomento: “Di fronte ad operazioni di vandalismo ci sono difficoltà oggettive nel poter intervenire. Queste azioni sono da ascrivere alle nuove generazioni, ragazzi più giovani i quali sfuggono alle restrizioni anti-covid e si lasciano a determinati atteggiamenti. L’assessore al welfare – ha precisato - ha stipulato un accordo con l’associazione Genitori Terni con l’ambizione di far vivere il parco in maniera più armoniosa. Nelle ore notturne c’è da fare qualcosa in più, in termini di sorveglianza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento