rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

Impianti sportivi a Terni, la proposta: “Trasformare le convenzioni in concessioni per facilitare gli investimenti”

Il capogruppo della Lega Federico Brizi: “Tutte le società che utilizzano gli impianti comunali devono essere trattate allo stesso modo”

Una interrogazione per focalizzare l’attenzione sulla gestione degli impianti comunali. Il capogruppo della Lega Federico Brizi ha presentato tale atto con la finalità di trovare soluzioni adeguate, soprattutto a favore delle società ed associazioni, fruitrici di tali infrastrutture. Secondo Brizi: “Ritengo che occorra trattare le società sportive allo stesso modo. Necessario dunque superare le sperequazioni che si sono accumulate negli anni passati e dare un quadro di certezze in maniera tale che le associazioni possano investire sugli impianti, risorsa pubblica anche per la loro funzione sociale”.

Per questi motivi il consigliere ha presentato il documento sottolineando che: “Il Comune di Terni è proprietario di numerosi impianti sportivi, in particolare dislocati nei quartieri e nei centri minori. Tali strutture hanno visto nel corso degli anni, nella gran parte dei casi, l’affidamento in convenzione a società sportive o ad associazioni. Il rinnovo, in alcuni casi, si protrae da decenni. Il Comune, nel lasso di tempo menzionato, non ha distribuito in maniera omogenea le risorse finanziarie sia sul versante delle manutenzioni straordinarie che degli ampliamenti e ammodernamenti”.

Ed ancora: “Pertanto lo stato di conservazione tra gli impianti è variegato, con impianti che sono in cattive condizioni. Esistono difficoltà oggettive per i soggetti gestori per eventuali investimenti diretti, per vari ordini di motivi: non conformità catastali; durate o scadenze delle convenzioni; elevati costi di manutenzione ordinaria, legati a bollette idriche e energetiche".

A fronte di questo quadro Federico Brizi ritiene: “Opportuno la trasformazione da convenzioni a concessioni, proprio per facilitare gli investimenti" ed interroga sindaco e giunta: “Per chiedere un rendiconto degli investimenti effettuati negli ultimi vent’anni legati ad ogni impianto. Inoltre se l’amministrazione ritenga opportuno trasformare tutte le convenzioni in atto in concessioni con durata minima decennale. Infine se sia possibile, stante l’alto ruolo sociale di questi impianti, equiparare le utenze delle strutture sportive a quelle degli altri edifici pubblici, abbattendo così i costi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti sportivi a Terni, la proposta: “Trasformare le convenzioni in concessioni per facilitare gli investimenti”

TerniToday è in caricamento