rotate-mobile
Politica

Terni, inceneritore: “La partita è tutt’altro che chiusa ed il Comune era a conoscenza da mesi. Chiediamo le dimissioni del vicesindaco”

Iniziativa del Movimento cinque stelle in sala consiliare alla presenza di Thomas De Luca, Luca Simonetti e Claudio Fiorelli

“Il Comune era a conoscenza da mesi ed è tutto certificato nelle protocollazioni”. Nel corso della mattinata di oggi, venerdì 26 gennaio, il Movimento cinque stelle ha organizzato una conferenza stampa per tornare sul tema dell’impianto Bioter situato nella periferia della città. Hanno partecipato il consigliere regionale Thomas De Luca, il capogruppo comunale Claudio Fiorelli e Luca Simonetti. Gli esponenti pensastellati hanno fornito delle delucidazioni, a seguito di quanto accaduto a metà del mese corrente, ripercorrendo alcuni passaggi sulla vicenda.

A tal proposito Thomas De Luca ha ricordato che: “Nel momento in cui è stato redatto il comunicato dove recepivamo le segnalazioni, in formato video e fotografico da parte della cittadinanza che segnalava tale anomalia, abbiamo constatato una reazione sgomenta dell’amministrazione, accusando il Movimento di procurato allarme. Tuttavia – ha sostenuto De Luca - avevano già convocato, il giorno prima, il tavolo con Regione ed enti. Una convocazione che aveva per oggetto ‘Impianto di coincenerimento per rifiuti non pericolosi a Maratta’. Avevamo denunciato la presenza di attività di manutenzione finalizzata al riavvio dell’impianto. Le comunicazioni sono, oltretutto, susseguite da interlocuzioni”.

Il consigliere ha poi ricordato le dichiarazioni del vicesindaco, seguenti alla nota diffusa in quella giornata per poi aggiungere: “Di fronte a questi fatti la cittadinanza potrà farsi una propria opinione. L’aggressione verbale dimostra vulnerabilità, nasconde i fatti. Fatti che non erano a conoscenza dei ternani. L’unica cosa da fare è chiedere scusa e rassegnare le dimissioni. L’ordinanza omette tutte le comunicazioni che ci sono state in questi mesi. L’azienda porta avanti legittimamente la propria attività di adeguamento, ristrutturazione dell’impianto. Pertanto la partita è tutt’altro che chiusa”.

Ad accendere il microfono, nella sala consiliare, il capogruppo Claudio Fiorelli: “Siamo stati tacciati come incompetenti e novellini, dal momento in cui il Movimento cinque stelle ha fatto il proprio debutto sulla scena politica. Parliamo sempre con cognizione di causa. Tutto ciò che denunciamo in sanità, ambiente detiene sempre un fondamento”. Spazio a Luca Simonetti che ha affermato: “Il consigliere De Luca ha ricevuto offese gravissime. Non ci sono precedenti in tal senso. Più si aggredisce e meno ci sono contenuti politici. Faccio un’esortazione al Prefetto. Tutte le volte che un consigliere comunale entra a palazzo Spada non sa cosa gli aspetta. Sono state commissariate le istituzioni locali”.

In vista dell’iniziativa di domani, sabato 27 gennaio, il consigliere Thomas De Luca ha esortato alla partecipazione: “Auspico una adesione di tutti i cittadini che non si riconoscono in questa amministrazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, inceneritore: “La partita è tutt’altro che chiusa ed il Comune era a conoscenza da mesi. Chiediamo le dimissioni del vicesindaco”

TerniToday è in caricamento