Politica

“L’inceneritore di Terni? È nel Lazio”, gaffe dell’ex ministro Roberto Gualtieri

Oggi in corsa per il Comune di Roma, l’esponente dem nel dirsi contrario alla costruzione di un termovalorizzatore nella Capitale ha attribuito ad Acea la titolarità di due impianti nel Lazio

È vero che sempre più spesso e in un numero maggiore di ambiti, Terni “guarda” Roma. Da qui a spostare i confini della città dell’acciaio, però, ce ne passa.

Gaffe dell’ex ministro dell’economia, Roberto Gualtieri, oggi in corsa come candidato del Partito democratico per il Comune di Roma.

Come riporta liberoquotidiano.it, nel dirsi contrario alla costruzione di un termovalorizzatore per la Capitale – ipotesi sostenuta invece dal leader di Azione, Carlo Calenda – Gualtieri ha scritto che “Acea ha già due termovalorizzatori nel Lazio, costruirne un altro è contro il piano regolatore e richiede anni, meglio prevedere impianti più avanzati di recupero”.

Frase che però non è sfuggita a Calenda, che ha così replicato:  

Felice che tu stia studiando i nostri programmi. Abbiamo sempre detto che si potenzia il termovalorizzatore già esistente di San Vittore. Dov'è il secondo di Acea nel Lazio? Terni è in Umbria”.

Almeno per ora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“L’inceneritore di Terni? È nel Lazio”, gaffe dell’ex ministro Roberto Gualtieri

TerniToday è in caricamento