rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Ex lanificio Gruber: “Lo stato di abbandono non può continuare in eterno”. Annunciata iniziativa politica

Interrogazione presentata dai consiglieri del Partito democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis: “L’obiettivo è stata la trasformazione del degrado esistente lungo l’asse del fiume Nera in una nuova opportunità di sviluppo”

“Uno stato di perdurante abbandono che non può continuare in eterno”. I consiglieri del Partito democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis hanno presentato un’interrogazione, per far luce sull’area dell’ex lanificio Gruber. Secondo gli esponenti dem risulta: “Estremamente necessario acquisire al patrimonio comunale l’intera proprietà del complesso ex lanificio Gruber. Inoltre delineare le tempistiche per avviare la riqualificazione e il recupero di quella zona. Vorremmo conoscere – aggiungono - che cosa ha fatto finora questa amministrazione, quali sono le azioni concrete che vanno in questa direzione”.

Alcuni passaggi risalenti al passato: "Le amministrazioni comunali di centrosinistra avevano avviato, attraverso vari strumenti urbanistici, la riqualificazione delle aree limitrofe e contigue alle sponde del fiume Nera dove sorgevano insediamenti della prima industrializzazione della città. L’obiettivo è stata la trasformazione del degrado esistente, lungo l’asse del fiume Nera, in una nuova opportunità di sviluppo fondato sull’integrazione economica e territoriale con il recupero di aree dismesse finalizzato alla localizzazione di nuove funzioni pregiate per la città e al recupero ambientale”.

Ed ancora: “Le amministrazioni comunali di centrosinistra, in parte, realizzarono nel corso del tempo e in parte conseguirono nella precedente consiliatura finanziamenti rilevanti nell’ambito del piano periferie per alcune zone della città”. Secondo i consiglieri: “L’amministrazione è impegnata, dal momento del suo insediamento, solo nei continui rimpasti di giunta per accontentare le feroci dispute di potere all’interno dei partiti di maggioranza. Inoltre nei quotidiani cambi di casacca politica dei consiglieri di maggioranza e di altri allo scopo di mantenere in equilibrio la precaria tenuta del potere cittadino. La giunta comunale – concludono Filipponi e De Angelis - dovrebbe invece progettare e programmare lo sviluppo della città e portare a termine alcuni importanti progetti di riqualificazione urbana, come ad esempio quello per l’area industriale dell’ex lanificio Gruber. L’ultima area dismessa all’interno della città, nei primi decenni del secolo scorso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex lanificio Gruber: “Lo stato di abbandono non può continuare in eterno”. Annunciata iniziativa politica

TerniToday è in caricamento