Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Pnrr, il ministro Giovannini in Umbria: "Per un'Italia e un'Umbria più sostenibile e connessa". E annuncia: "Nuovi Concorsi: serve personale"

Il titolare dell'Infrastrutture alla sala dei Notari per "Italiadomani" per fare il punto sui progetti del Piano nazionale ripartenza e risalienza

Un'Italia molto più connessa, un'Italia più sostenibile, un'italia in cui non solo le imprese avranno maggiore competitività ma i cittadini avranno una migliore qualità della vita". E' quella che si attende, con e grazie al Pnrr, il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini.

"Anche perché sono tutti investimenti nell'ottica della sostenibilità ambientale ma anche della riduzione dei divari, in particolare quelli territoriali - ha aggiunto ancora a margine dell'incontro - e dunque un forte investimento, oltre 69 miliardi complessivamente per il nostro ministero, a valere sul Pnrr e sul piano complementare. A questi investimenti si sommano gli altri: legge di bilancio, fondo nazionale dello sviluppo e della coesione e stanno per arrivare nuovi fondi europei".

"Quindi - ha ricordato da Perugia, dove ha partecipato alla tappa umbra del tour nazionale Italiadomani - Dialoghi sul Piano di ripresa e resilienza", - inizia la seconda parte della partita. Il momento in cui le Regioni e gli enti locali devono essere loro a programmare nuovi investimenti e nuovi interventi in sinergia con quelli che abbiamo già disegnato nel Pnnr".

VIDEO Il PNRR, incontro con il Ministro Govannini. Tesei sull'alta velocità: "Sulla stazione Media Etruria si va avanti". Il punto su strade e ferrovia

"Dal punto di vista del Pnrr avere le elezioni intorno alla primavera del 2023, da un lato obbliga il governo e il parlamento ad accelerare ulteriormente tutti gli impegni che abbiamo assunto con l'Unione Europea, ma dall'altro anche avviare il prima possibile le gare perché ricordiamo che entro dicembre 2023 tutti gli impegni giuridicamente vincolanti devono essere assunti" ha spiegato ancora a margine dell'incontro. 

"In questo senso dunque sono sicuro che ci sarà una continuità perché l'impegno sul Pnrr è stato certamente preso da questo governo ma è tutta l'Italia che si sta impegnando in questa direzione".

"Per quanto riguarda le risorse umane non c'è dubbio che stiamo soffrendo un po' tutti, perché le amministrazioni pubbliche hanno carenze di personale e stiamo cercando di recuperarle attraverso diversi concorsi - ha spiegato ancora il ministro - d'altra parte proprio il Pnrr stimola il settore privato ad assumere e quindi c'è una competizione".

VIDEO L'Italia che cambia con il PNRR. Il Ministro Giovannini: "Stanno arrivando altri fondi europei per nuovi progetti regionali e comunali"

"La buona notizia - ha aggiunto - è che ad esempio per il progetto Pinqua con la Cassa depositi e prestiti e Invitalia, abbiamo, grazie alla collaborazione con i privati, messo su un sistema di assistenza tecnica proprio per la progettazione di questi importanti interventi. Quindi non sono solo le risorse umane disponibili nelle amministrazioni, ma questi strumenti di assistenza tecnica che vanno ad aiutare le amministrazioni più in difficoltà stanno iniziando a funzionare".

Per il ministro, "La trasformazione del nostro sistema economico e sociale verso uno sviluppo pienamente sostenibile dal punto di vista economico sociale e ambientale richiede una grande trasformazione del sistema produttivo, delle nostre abitudini, del nostro modo di operare". "Questa, però, è una sfida per tutta l'Europa anche a seguito della recente decisione del Consiglio europeo di andare avanti per esempio sulla transizione elettrica della mobilità. È una grande opportunità per tutta l'Europa e dunque anche per l'Italia perché anche il resto del mondo sta andando in questa direzione, dunque essere sulla frontiera vuol dire anche avere opportunità di esportare tecnologie, prodotti a tutto il mondo"..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, il ministro Giovannini in Umbria: "Per un'Italia e un'Umbria più sostenibile e connessa". E annuncia: "Nuovi Concorsi: serve personale"
TerniToday è in caricamento