rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

Elezioni, il Movimento 5 stelle presenta i candidati. Federico Pasculli: “Sfida che vale la pena essere affrontata”

Il capogruppo dei pentastellati a Palazzo Spada: “L'unica forza politica che porta a termine concretamente quello che promette”

Il Movimento cinque ha presentato, nei giorni scorsi anche per l’Umbria, la lista dei candidati in previsione delle elezioni politiche del 25 settembre. In Umbria, per la Camera in lista ci sono Emma Pavanelli, portavoce nazionale uscente, Andrea Liberati, consigliere regionale nella passata legislatura, Angelica Trenta, ex consigliera comunale, e il cardiochirurgo Gino Di Manici Proietti, già in corsa alle precedenti politiche. Per il Senato Raffaella Brunozzi, Rodolfo Rughi (plurinominale) e Federico Pasculli (uninominale). Infine candidate nei collegi della Camera Umbria 1 e Umbria 2 rispettivamente Ilaria Gabrielli e Alessandra Ruffini. La conferenza stampa di presentazione è prevista per domani, giovedì 25 agosto a Perugia.

Una volta annunciata la candidatura, il capogruppo dei pentastellati al Comune di Terni Federico Pasculli ha commentato a riguardo: “Ho scelto di servire la politica e non di servirmi della politica. Per questo il 25 settembre sarò candidato del Movimento 5 stelle nel collegio uninominale del Senato. Una sfida difficile, qualcuno dice impossibile. Ma che vale la pena di essere affrontata al fianco dell'unica forza politica che dimostra concretamente di essere vicino alla gente e che si preoccupa degli ultimi, anziché tutelare i privilegi di pochi. L'unica forza politica che porta a termine concretamente quello che promette”.

La sfida politica di Pasculli: “Come consigliere comunale e provinciale del M5S mi confronto quotidianamente con le difficoltà di cittadini e imprese. E sono in tanti a non dimenticare che è grazie al Movimento 5 stelle e al presidente Giuseppe Conte se c'è un Pnrr che può far rialzare l'Italia. Se abbiamo un Reddito di Cittadinanza grazie al quale un milione di cittadini sono stati tolti dalla povertà. Se il Superbonus 110% ha permesso a 50 mila aziende in crisi di continuare a lavorare e produrre una crescita del 6,6% di Pil. Senza dimenticare la gestione della fase più drammatica dell'emergenza Covid in cui tutta Europa ha guardato all'Italia come un modello. Ho accettato questa sfida perché sono convinto che in tanti abbiano compreso il lavoro fatto durante questi anni. E che il 25 settembre sceglieranno ancora di dare fiducia al Movimento 5 stelle – conclude - per continuare su questa strada a cominciare dal salario minimo e una vera transizione ecologica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, il Movimento 5 stelle presenta i candidati. Federico Pasculli: “Sfida che vale la pena essere affrontata”

TerniToday è in caricamento