Offese a Emma Marrone, anche la maggioranza “scarica” Galli

Il gruppo consiliare Per Amelia: questa città non è sessista, razzista o omofoba. Espulsione dopo le esternazioni del consigliere sulla cantante

Dopo la Lega, anche la maggioranza in consiglio comunale ad Amelia “scarica” Massimiliano Galli. Il consigliere comunale della Lega finito nell’occhio del ciclone per un assurdo commento contro la cantante Emma Marrone è stato al centro della riunione di maggioranza del gruppo consigliare “Per Amelia”.

Ecco il documento redatto al termine dell’incontro.

Non possiamo che prendere fermamente le distanze dall’esternazione fatta dal consigliere Massimiliano Galli rivolta alla donna ed all’artista Emma Marrone attraverso Facebook.

La manifestazione del proprio pensiero ed il diritto al dissenso sono libertà inalienabili, ma un’affermazione di questa portata è di una gravità tale che preclude ogni altro diritto.

Un’offesa di natura sessista, utilizzata per contrastare l’opinione altrui, in questo caso di una donna, è già di per sé un fatto grave. A ciò si aggiunge l’aggravante che, ad averla fatta, è un Consigliere Comunale, democraticamente eletto, attraverso uno strumento di comunicazione di massa. 

Il clamore e l’eco che la notizia ha avuto in queste ore, appaiono strumentalmente orientati a voler colpire la forza politica che Egli rappresenta e che è attualmente al Governo, nonché l’Amministrazione Comunale, ma questo non può diminuirne né in alcun modo giustificarne la gravità che rimane esclusivamente riconducibile ad una responsabilità di carattere personale.

Non intendiamo, pertanto, tollerare strumentalizzazioni politiche perché la serietà del nostro operato non può e non deve essere messa in discussione da affermazioni offensive e scomposte di una sola persona.

Le violente esternazioni verbali rientrano pienamente nella violenza di genere e non sono tollerabili in alcun modo: rischiano, anzi, di vanificare il serio lavoro che stiamo portando avanti nella nostra città in particolar modo su questo fronte.

Riteniamo pertanto che con tali comportamenti il Consigliere Massimiliano Galli non possa più condividere un progetto di collaborazione pubblica con il Gruppo Consiliare Per Amelia.

Logica la conseguenza: l’espulsione dal predetto Gruppo.

Ciò rappresenta un atto dovuto nei confronti dei Colleghi, di tutte le cittadine ed i cittadini della nostra comunità nonché dell’Istituzione che rappresentiamo.

Amelia non è una città né omofoba né razzista né sessista!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Gruppo Per Amelia esprime infine la massima solidarietà e vicinanza all’artista Emma Marrone: con la speranza e l’augurio di poterla avere presto ospite nella nostra città.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento