rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica

La discarica di Orvieto finisce in Parlamento, interrogazione della Pavanelli: “Rischio incalcolabile”

La deputata del Movimento Cinque Stelle: “L’ampliamento sarebbe una scelta miope perché non terrebbe in considerazione le caratteristiche ambientali né il contesto economico”

“Ho atteso l’insediamento del nuovo Governo per depositare un’interrogazione urgente ai Ministri della transizioe ecologica e della cultura avente ad oggetto la pericolosa decisione della Giunta regionale dell’Umbria di ampliare la discarica “Le Crete” di Orvieto”. Così la deputata del MoVimento 5 Stelle, Emma Pavanelli, in merito ai piani regionali per la gestione dei rifiuti. 

“L’ampliamento sarebbe una scelta miope perché non terrebbe assolutamente in considerazione le caratteristiche ambientali né il contesto economico in cui si trova l’impianto a pochi metri da un’area agricola di assoluta preminenza per l’interesse dell’intera regione per le pregevoli coltivazioni viti-vinicole. Già in passato, da un controllo effettuato sul sito nell’ormai lontano 2015, è stato rilevato il superamento della soglia massima consentita per il parametro relativo al mercurio. Da quel momento nessun’altra ispezione è stata consentita nonostante le numerose istanze volte a verificare la presenza di rifiuti altamente inquinanti e in particolare di percolato, gravemente pregiudizievole per le aree agricole. Per tutti questi motivi, ho chiesto ai Ministeri competenti in tema di ambiente e paesaggio, un’approfondita valutazione dei rischi di danno ambientale che potrebbero derivare da un’eventuale – scongiurabile – ampliamento della discarica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La discarica di Orvieto finisce in Parlamento, interrogazione della Pavanelli: “Rischio incalcolabile”

TerniToday è in caricamento