Politica

Rimpasto di giunta e reazioni dell'opposizione: “Il sindaco Leonardo Latini si congeda. Nasce la giunta Salvati”

L’intervento di Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico, Senso Civico e Terni Immagina: “Nell'interesse della città esprimiamo solidarietà agli assessori sopravvissuti”

foto di repertorio

“Non vogliamo rubare le parole all'ormai vicesindaco il quale, nel prendere atto delle ennesime scelte del sindaco in materia di giunta, si è affidato a versi poetici”. I consiglieri comunali di Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico, Senso Civico e Terni Immagina, evocando un post su facebook di Andrea Giuli, esprimono il loro parere sul rimpasto di giunta ufficializzato nel corso della giornata di martedì 22 giugno. “Più semplicemente pensiamo che il sindaco Latini, giunto in tre anni al terzo rimpasto e dopo aver triturato sei assessori, si sia congedato dalla città, dalla realtà. Ormai non passa anno senza un rimpasto, non passa anno senza un regolamento dei conti. Le priorità sono quelle degli equilibri di potere non certo della città: che cosa hanno portato a Terni tutti questi avvicendamenti frenetici? Quali problemi della città hanno risolto?” si domandano.  

Ed ancora: “In piena corsa ai bonus edilizi si cambia l'assessore all'edilizia, alla vigilia della stagione estiva del rilancio culturale e turistico della Terni post Covid, si cambia assessore al ramo, così come non si è esitato in piena procedura di risanamento a cambiare due anni fa l'assessore al Bilancio. Prendiamo atto, vista anche la distribuzione delle deleghe, che siamo al varo della giunta Salvati, con un’unica persona al comando che accentra su di sé le deleghe di maggiore rilevanza unendole al ruolo del vicesindaco e con un rafforzamento spropositato di deleghe al partito dei Fratelli d’Italia che, nonostante i fallimenti di questi anni, gestisce tutti i settori strategici dell'amministrazione e esce premiato e rafforzato dal rimpasto”.

Secondo i consiglieri: “Nell'interesse della città esprimiamo solidarietà agli assessori sopravvissuti in quanto non c'è incarico più precario di fare l'assessore della giunta Latini. Sempre negli interessi della città chiediamo a chi ha la responsabilità del comando di non alimentarsi solo di potere e di scalpi dei colleghi ma di occuparsi dei progetti della città. Terni ha bisogno di soluzioni – concludono - non di epurazioni e di regolamenti di conti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpasto di giunta e reazioni dell'opposizione: “Il sindaco Leonardo Latini si congeda. Nasce la giunta Salvati”

TerniToday è in caricamento