rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Politica

Riequilibrio sanitario, la Lega: “Paparelli del Pd schierato contro gli interessi di Terni”

L’intervento dei consiglieri comunali della Lega in merito alle polemiche relative all’ultimo provvedimento della Regione

“Il consigliere regionale del Partito Democratico Fabio Paparelli dimostra ancora una volta di non tenere al futuro di Terni e di guardare esclusivamente agli interessi del suo partito e del territorio perugino”. Così i consiglieri comunali della Lega Terni in merito alle polemiche politiche relative all'ultima delibera della Regione. 

“Non entriamo nel merito delle questioni tecniche e legislative perché quelle sarà il Ministero competente a dipanarle sulla base delle indicazioni stabilite dal piano di fabbisogno della Regione Umbria. Intendiamo sottolineare la volontà politica del consigliere Paparelli di non tutelare gli interessi della sua città e di non difendere quello che Terni dopo cinquant’anni di malgoverno della sinistra sta gradualmente conquistando. Parliamo delle scelte operate in merito al riequilibrio territoriale che nell’ambito della riorganizzazione sanitaria vedono la provincia di Terni riconoscersi un maggior numero di posti letto pubblici e 95 posti letto privati convenzionati. Una condizione che dovrebbe registrare il supporto unanime di tutte le forze politiche che tengono al futuro di Terni. Notiamo invece da parte del consigliere del PD Paparelli un atteggiamento dettato dal pregiudizio e dalla volontà di polemizzare a tutti i costi su quanto di buono viene prodotto dal centrodestra, anche se ciò comporta risultati positivi per i cittadini".

"Il nuovo Piano dei Fabbisogni è stato definito dalla Direzione regionale salute e welfare sulla base di dati tecnici e dei nuovi standard regionali derivanti dalla realtà post-Covid. Non si capisce perché quanto emerso debba essere messo in discussione politicamente. Comprendiamo la rabbia di Paparelli e l’invidia per un risultato da lui sempre mancato nonostante i tanti anni trascorsi da amministratore regionale e locale, ma in questo momento riteniamo fuori luogo, oltre che strumentale, fare illazioni sulle decisioni che verranno intraprese a livello ministeriale sulla base delle leggi vigenti. Siamo sicuri che i suoi (ex) sostenitori ne terranno conto alla prossima tornata elettorale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riequilibrio sanitario, la Lega: “Paparelli del Pd schierato contro gli interessi di Terni”

TerniToday è in caricamento