Riformare l'Arpa e portare a Terni la sede legale: ecco il primo disegno di legge dell'era Tesei

Lo ha presentato il pidiessino Fabio Paparelli, "ma è bipartisan perché chiesto da molti" precisa. Modifiche per rendere più funzionale l'Agenzia regionale per l'ambiente.

Modificare l’assetto istituzionale e organizzativo dell’Arpa (Agenzia regionale per l’ambiente) al fine di assicurare una maggiore funzionalità ed omogeneità territoriale, garantendo un efficace coordinamento tra le strutture preposte al controllo ambientale e quelle dedicate alla tutela della salute. Fissare a Terni la sede legale dell’Agenzia. Questi gli obiettivi di maggior rilievo della proposta di legge a firma del consigliere regionale Fabio Paparelli depositata oggi e che negli auspici del presentatore dovrebbe essere condivisa unitariamente come
“legge bipartisan”.

“Si tratta di un provvedimento atteso da più parti – spiega Paparelli - che intende modificare la legge regionale ‘9/’98’ istitutiva dell’Arpa, adeguandola opportunamente alla normativa regionale in materia di riordino istituzionale”, introdotta con la legge regionale ‘10/2015’
(Riordino delle funzioni amministrative regionali, di area vasta, delle forme associative di Comuni e comunali) da lui proposta. Spiega il consigliere che la sua iniziativa di legge “punta ad accogliere le istanze più volte emerse nell’ambito delle diverse audizioni svolte nel
corso della passata legislatura, provenienti da tutte le forze politiche e sociali. In particolare, le modifiche proposte tendono a rendere operativi i dipartimenti territoriali di Arpa, già previsti nella legge ‘10/2013’ e definisce le aree di competenza coincidenti con le due Aziende sanitarie
locali, sia per assicurare una maggiore funzionalità e omogeneità territoriale sia perché sulle materie relative ad ambiente e salute le due
istituzioni possano operare in sinergia”. “L’obiettivo - precisa Paparelli - è quello di garantire un migliore coordinamento tra le strutture
preposte al controllo ambientale e quelle dedicate alla tutela della salute”.

La proposta di legge presentata da Paparelli prevede anche che la sede legale dell’Arpa sia fissata nella città di Terni, “quale riconoscimento
istituzionale del peso che sta gravando sul capoluogo di Provincia, in ragione delle elevate criticità ambientali presenti nel territorio, in cui
insistono la maggior parte delle industrie manifatturiere e siderurgiche dell’Umbria, con evidenti gravi ripercussioni sia a livello ambientale che
sanitario”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento