rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Politica

Rilancio dell’economia ternana, un consiglio comunale straordinario aperto alla città: parte la richiesta

I consiglieri di vari gruppi consiliari lo hanno richiesto dopo averlo proposto alla conferenza dei presidenti nei giorni scorsi

È stata oggi formalmente protocollata la richiesta di un Consiglio comunale straordinario, ed aperto alla città, per l'elaborazione di proposte per il rilancio del territorio, lo sviluppo economico e le principali vertenze quali lo stabilimento dell'acqua Sangemini, la Treofan e la situazione AST. Se ne sono fatti promotori i consiglieri comunali aderenti a diversi gruppi consiliari: Movimento Cinque Stelle, Senso civico, Uniti per Terni, Partito Democratico, Terni Immagina.  

I firmatari affermano che: “Da tempo una grave crisi attraversa le grandi realtà economiche del nostro territorio, crisi che si protrae ormai senza alcuna soluzione ancora concordato. Nonostante le ripetute richieste, ad oggi l'amministrazione comunale si è sottratta sempre ad un confronto aperto e non ha mai affrontato con un progetto e una visione la sfida del rilancio complessivo del territorio". Secondo i consiglieri: "Il sindaco di Terni e l'assessore pro tempore allo sviluppo economico non hanno mai presentato al Consiglio un progetto o un atto di loro competenza relativamente alle suddette problematiche”.

La richiesta è stata dunque protocollata ed inviata al presidente del consiglio comunale. Come è noto, ad inizio del mese di gennaio, era stata avanzata una convocazione con modalità simili ma ordine del giorno completamente diverso. In quel frangente le minoranze chiesero dettagli e delucidazioni al primo cittadino, successive alle dichiarazioni dell’ex assessore al personale Sara Francescangeli, rese note in una conferenza stampa di inizio anno. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilancio dell’economia ternana, un consiglio comunale straordinario aperto alla città: parte la richiesta

TerniToday è in caricamento