rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Rimpasto e polemiche, Brizi (Lega): "Nessuna nebbia: l'onestà intellettuale del sindaco è fuori discussione"

Il capogruppo in Consiglio comunale risponde al Valdimiro Orsini che era intervenuto dopo il consiglio comunale straordinario del 27 gennaio

Nessuna nebbia sull'operato del sindaco, anzi. Il capogruppo della Lega Federico Brizi risponde a Valdimiro Orsini che era tornato sui vari temi trattati nel corso del consiglio comunale straordinario del 27 gennaio.

"Malgrado la premessa con ia quale afferma di aver seguito con attenzione l’intervento del sindaco  nell’ultimo consiglio comunale, il collega Valdimiro Orsini continua a far finta di non capire - dichiara in una nota Brizi - deduco che lui è un buon mattiniero perché la nebbia alta che lui afferma  di trovare nelle parole del sindaco e nell’operato dell’Amministrazione Comunale è possibile trovarla solo di buon mattino, magari durante belle passeggiate L’azione della maggioranza e della giunta è caratterizzata da una grandissima trasparenza.
L’onestà intellettuale del sindaco è fuori discussione, le sue affermazioni relative all’attuale assetto della giunta sono figlie di un ragionamento più ampio del quale Orsini ha raccolto solo la parte a lui più funzionale.
E’ sotto gli occhi di tutti l’operato positivo della giunta nei primi diciotto mesi e sarà ancora più tangibile il suo lavoro per gli anni futuri.
In merito alla vicenda della delibera riapprovata dal consiglio comunale anche in questo caso l’Amministrazione Comunale ha agito con grandissima trasparenza, è ipocrita la ricostruzione fatta dall’opposizione tesa a colpire lavoratori comunali che eventualmente sono incappati in un errore formale.
Sono critiche che vengono da chi faceva parte dell’allora maggioranza che ha messo in ginocchio il Comune e la città di Terni. In ultimo di sicuro non è mia intenzione lasciare nella nebbia, per usare un termine proprio al consigliere Orsini,  il baratro finanziario, amministrativo nel quale la sinistra ha lasciato Palazzo Spada. Una voragine visibile a tutti i Ternani che l'attuale amministrazione, in grande armonia con l’ente Regione, ha accettato la sfida di superare, nella convinzione che questa città meriti molto di più di quanto ricevuto in questi anni da governi pasticcioni, incapaci e utili solo a proseguire in logiche vecchie e datate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpasto e polemiche, Brizi (Lega): "Nessuna nebbia: l'onestà intellettuale del sindaco è fuori discussione"

TerniToday è in caricamento