menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le sardine scendono in piazza a Terni: "No al sovranismo e populismo". Concerti ed iniziative in programma

Prima uscita pubblica del movimento sabato 29 febbraio: interventi politici e culturali e anche tanta musica

Le sardine scendono in piazza a Terni. Sabato 29 febbraio sarà la prima uscita pubblica del movimento ‘6000 sardine’ che in Umbria registra 16.600 membri e che nella città dell’acciaio può contare su diverse migliaia di aderenti.

“Con questa manifestazione – spiega Michael Crisantemi, 32enne avvocato ternano referente regionale del movimento – vogliamo dire a gran voce che la sinistra in Umbria ancora c’è, abbiamo fame di diritti civili e siamo contro il tema dell’odio sbandierato nelle piazze. Lo slogan dell’evento è ‘usiamo il cervello e non la pancia’”.

A presentare la manifestazione anche Luca Ferrotti, Luca Montali e il grafico Giorgio Lari ideatore del manifesto. “Tema portante – spiegano - sarà l’amore in tutte le forme e l’impegno per la comunità, no al sovranismo e al populismo”. Riferimento chiaro alla Lega “che va fermata”, precisano, ma altrettanta chiarezza si riversa anche su altri piani: “Siamo apartitici ma non apolitici – rimarcano – ci stiamo strutturando sul territorio, sia a livello regionale che provinciale, ma guardiamo soprattutto ai territori. Faremo incontri con i cittadini per farci conoscere”.

L’appuntamento di sabato è in  piazza delle Bambine e dei Bambini alle ore 15. Ci saranno interventi di esponenti politici e culturali anche a livello nazionale come quello in audio-video di Dacia Maraini ed è anche prevista la presenza dello scrittore Erry De Luca. Forse, a sorpresa, potrebbe intervenire anche il fondatore delle sardine Mattia Santori.

A livello musicale interverranno alcune band locali e nazionali: dai Clyto agli Uto da Lucilla Galeazzi a band bolognesi, luogo di ‘origine’ del movimento. Tutti gratis, rimarcano le sardine: "Non abbiamo partiti che ci finanziano e tantomeno Benetton”, per questo è stata aperta una raccolta fondi sulla piattaforma ‘GoFundMe’ per coprire le spese. L’evento sarà dedicato allo studente Patrick Zaky e a Giulio Regeni “per chiedere verità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

a1-18-15

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento