Politica

Scontro Tesei-Zaffini, Squarta e Pace evitano la rottura ma allo stesso tempo chiedono alla Giunta un "cambio di passo"

I due esponenti di Fratelli d'Italia scrivono alla governatrice sottolineando errori, ritardi e come intervenire. Toni pacati e costruttivi dopo lo strappo pesante vergato dal responsabile regionale Franco Zaffini

In un anno e un paio di mesi di goveno regionale la presidente Donatella Tesei sta vivendo e affrontando la prima vera crisi politica di maggioranza. Per chi conosce la politica ed ha seguito le mille giunte regionali del passato, sa che sono discussioni cicliche, spesso anche molto aspre, come quando sulla sanità ci fu la guerra Marini-Barberini (entrambi Pd) con quest'ultimo che si era dimesso e cannoneggiava tutti i giorni per una svolta su uomini e metodi. Poi tutto rientrò. La nota del senatore Franco Zaffini, coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, contro la presidente e il suo staff è stata non pesante, ma pesantissima nei toni completamente da rottura mentre nella critica c'erano chiari elementi motivati e giustificati con la situazione che sta vivendo l'Umbria. Un terremoto politico in piena pandemia con la Regione che, per la prima volta, deve scongiurare la zona rossa.

Ora da Fratelli d'Italia arriva una nuova  lettera indirizzata alla Tesei, sempre critica ma che segna un passo in avanti importante: si passa dai toni da ultima spiaggia a quelli costruttivi per dare inizio ad un cambiamento vero dell'Umbria che è stato certamente frenato più dal virus, in certi settori, che dalla volontà e dagli uomini a disposizione. A firmare la nota critica ma costruttiva - come ribadiscono nel testo - è il tandem in consiglio regionale Marco Squarta ed Eleonora Pace che, pur ammettendo criticità dolorose, auspicano un "cambiamento costruttivo nella gestione operativa dell’Umbria per il bene di tutti dato chel’inerzia, dopo decenni di opposizione al governo della sinistra, è un lusso che non possiamo permetterci al cospetto dei tanti elettori che nell’ottobre 2019 hanno riposto fiducia in noi». Il presidente dell’Assemblea legislativa e la capogruppo di FdI, presidente della Commissione Sanità a Palazzo Cesaroni, quindi sollecitano un «cambio di passo all’esecutivo regionale" e confidano nel "vero cambiamento" che meritano i cittadini.

"Fratelli d’Italia continuerà ad essere presente in maniera costruttiva e con un ruolo di forte stimolo - si legge in una nota firmata da Squarta e Pace - L’emergenza Covid ha sicuramente stravolto i piani ma il cambio di passo da parte della Giunta è più che mai necessario per non tradire le aspettative di tutti coloro che hanno votato centrodestra sperando di veder cambiate le cose in questa terra dalle grandi potenzialità". I toni sono chiari: nessuna rottura, nessun ultimatum ma da ora in poi bisogna aprire il sipario di una nuova stagione politica per l'Umbria e gli umbri. Un chiaro invito, inoltre, a convocare la maggioranza per studiare un piano forte condiviso su alcuni punti cruciali: sanità, in primis, trasporti, infrastrutture e la questione scuola (fortemente condannata sia la chiusura delle stesse che lo scaricabarile sui sindaci da parte della giunta regionale).

Sulla sanità, Squarta e Pace sostengono che "il salto di qualità non c’è ancora stato e serve maggiore coordinamento con i soggetti portatori d’interesse come Ordini professionali e sigle sindacali mentre in ordine alle politiche della disabilità occorrono risposte che rispecchino un nuovo approccio aIla materia come più volte da Fratelli d’Italia auspicato". Sul fronte dei trasporti e delle infrastrutture aggiungono: "Non si può sostenere come unica soluzione la fermata della Mediaetruria. Vanno potenziati i collegamenti ferroviari di Perugia, allo stato insufficienti, compresi quelli in direzione Foligno, e si deve puntare a ottenere anche la fermata del Frecciarossa a Orte".

Fratelli d'italia consegnerà un dossier alla presidente con all'interno iniziative su scuola e sport per i giovani, "da proporre alla Regione per consentire ai ragazzi, quando la curva epidemiologica lo permetterà, di riprendere gradualmente l’attività sportiva in sicurezza poiché questa situazione di stallo va avanti ormai da troppi mesi e i bambini, ai quali viene negata la possibilità di partecipare agli allenamenti, trascorrono troppo tempo davanti alla tv e ai videogames in un’immobilità perdurante che danneggia il loro fisico e riduce le occasioni di confronto e di socialità". Tanti contenuti, ma anche la chiara volontà di ricucire e creare insieme un nuovo piano di maggioranza aggiornato dopo la variante impazzita della pandemia e un po' di inesperienza - è la prima volta del centrodestra nella macchina dei bottoni -. Tra le righe anche tanta voglia di un rimpastino di giunta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro Tesei-Zaffini, Squarta e Pace evitano la rottura ma allo stesso tempo chiedono alla Giunta un "cambio di passo"

TerniToday è in caricamento